Excite

Francesca Pascale: 10 milioni di risarcimento chiesti a Michelle Bonev, Santoro e Cairo

  • Getty Images-YouTube

Così parlò Michelle Bonev. E così reagì Francesca Pascale. La fidanzata di Silvio Berlusconi è andata su tutte le furie per le dichiarazioni rese dall'attrice bulgara a Servizio Pubblico e oggi è passata al contrattacco, chiedendo alla donna, a Michele Santoro e a Urbano Cairo un maxi-risarcimento da 10 milioni di euro, che destinerà interamente alle case-famiglie di Napoli.

Michelle Bonev a Servizio pubblico: "Francesca Pascale è lesbica, Berlusconi non la ama". L'ira del Pdl

Per chi si fosse perso l'antefatto (cosa praticamente impossibile), Bonev è una ex assidua del bunga-bunga 'pentita' e dopo avere accusato lo scorso giovedì sul suo blog Francesca Pascale di essere lesbica e di stare con il Cavaliere per finta - tra l'altro comportandosi da despota, al punto che Berlusconi avrebbe chiesto proprio all'attrice "di portarla via da Arcore" perché "era una cattiva persona e lo ricattava" - ieri sera è andata a ribadire tutto in tv a Servizio Pubblico. Giusto per.

"Francesca Pascale è lesbica", Michelle Bonev shock su Twitter

E naturalmente ne è venuto fuori un manicomio. Del resto, i politici italiani e gli italiani non hanno altro di cui occuparsi e preoccuparsi. Comunque sia, come riporta Il Corriere della Sera, ieri Francesca "ha assistito alla trasmissione insieme a Silvio Berlusconi, a Dudù e ai direttori dei tg Mediaset" e non l'ha presa molto bene. Anzi, non l'ha presa bene per niente. Dal lungo passaggio sulla sua presunta omosessualità (dichiarata a Bonev dal Cavaliere e poi 'testata' dalla stessa attrice, che afferma pure che lei e la fidanzata di Berlusconi sono state "più che amiche"), alla ricostruzione di un litigio tra Francesca e Silvio durante il quale lui avrebbe picchiato lei, la confessione pubblica di Michelle ha fatto letteralmente uscire dagli stracci Pascale che, sempre secondo Il Corriere, alla fine avrebbe esclamato: "Per la prima volta è stata brava a recitare!". Risultato? La risposta a stretto giro di avvocati e la richiesta del super risarcimento danni da devolvere in beneficenza. Of course.

Che la ricostruzione dei fatto offerta da Bonev sia vera oppure no, dunque, lo stabilirà un tribunale, anche se, alla fine, poco importa. Come ben diceva ieri Marco Travaglio, infatti, "il vero dramma è la verosimiglianza", perché quello che ne viene fuori è un leader che non è neppure più "sputtanabile, perché più sputtanato di così...". Tuttavia, la questione tiene banco e a remare contro l'attrice bulgare e le sue accuse ci sarebbero alcuni messaggini spediti da lei a Francesca, non più tardi di un paio di settimane fa.

A parlarne per primo in trasmissione è stato il direttore di Libero, Maurizio Belpietro, e oggi Il Corriere del Mezzogiorno riporta il testo di uno che solleva più di un dubbio. Nell'sms infatti si legge: "Sono stata l'unica a credere in te, l'unica a ripetere che eri tu la donna giusta per lui. Questi sono i fatti. Il risultato è che oggi voi state sulle copertine dei settimanali e io sono distrutta professionalmente e psicologicamente, con un'azienda messa in liquidazione". Ma non solo. Michelle infatti avanza una precisa richiesta all'amica: "Due mesi fa ti avevo scritto che avevo bisogno di incontrare Silvio e ancora sto aspettando la risposta. Questa è la verità", accusandola: "Perciò non scrivere che tu per me ci sei sempre, perché è una delle tante bugie che racconti" e concludendo: "Beati coloro che hanno fame e sete di giustizia perché saranno saziati". Citazione o velata (?) minaccia?

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017