Excite

Festini, prostitute e cocaina: indagato un consigliere di Gianni Alemanno

Ed ecco che da Milano lo scandalo arriva a Roma. Martedì sera i militari del nucleo di polizia tributaria della Finanza hanno notificato a Francesco Maria Orsi, 45 anni, consigliere comunale del Pdl e delegato con la prima giunta Alemanno al decoro urbano e all'expo di Shanghai 2010, un avviso di garanzia firmato dal pm Paolo Ielo per 'riciclaggio, reimpiego di proventi frutto di reato, corruzione, cessione di sostanze stupefacenti in occasione di festini con prostitute'.

La Procura di Roma sembra aver deciso di vederci più chiaro su una vicenda che riguarda proprio il consigliere del sindaco di Roma Gianni Alemanno e un giro di prostitute e cocaina, traffici sospetti su conti correnti della Banca Mediolanum, affari di riciclaggio e corruzione, il rapporto con il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi e la cosiddetta 'dama bianca'.

I militari hanno perquisito gli uffici e l'abitazione di Orsi e hanno sequestrato computer, agende e documenti sulla dismissione di immobili del patrimonio pubblico. A quanto pare le indagini andavano avanti da mesi.

Come si legge sul quotidiano La Repubblica, Orsi è un ex ufficiale dei carabinieri, diventato poi broker assicurativo ed infine approdato in Campidoglio grazie ai 1374 voti ottenuti nelle elezioni del 2008 dopo essere stato uno dei motori della campagna di Alemanno.

Nel 2004 Orsi ha fondato la 'Lloyd Team Broker', una sua società il cui business è l'immobiliare, nel dettaglio le aste con cui viene dismesso il patrimonio pubblico. Socio di Orsi è Vincenzo La Musta, immobiliarista che nei giorni scorsi ha patteggiato a Roma una condanna per riciclaggio. Secondo quanto affermato da La Musta, ed accertato da un'indagine che nasce a Benevento, su una serie di conti della filiale di Roma della Banca Mediolanum sono stati riciclati soldi truffati in Campania a famiglie di disabili e di affetti da malattie per trasfusione di sangue infetto.

A quanto pare il denaro truffato, circa 2 milioni di euro, è finito nelle mani di Orsi, il quale però si è affrettato a precisare che si è trattato di un equivoco. Ma l'accusa la pensa diversamente. Quei soldi sarebbero serviti ad Orsi per 'farsi notare', per arrivare, passo dopo passo, in Campidoglio. E una mano ad Orsi è stata data anche da Berlusconi che per un spot elettorale radiofonico ha prestato la sua voce affermando: 'Io penso che molti dovrebbero seguire l'esempio di Francesco Orsi e penso che avrà successo, perché è conosciuto a Roma, soprattutto nella Roma che lavora'. Non solo. Berlusconi compare anche su alcuni manifesti elettorali con sù scritto: 'Vota Pdl e scrivi Orsi, parola di Silvio Berlusconi'.

E poi c'è la 'dama bianca', ossia la 28enne Federica Gagliardi, neo assunta alla Regione Lazio dalla governatrice Renata Polverini, apparsa accanto al premier a fine giugno dello scorso anno, quando la delegazione italiana è arrivata a Toronto in occasione del G8. La Gagliardi è un'amica di Orsi, come affermato da lui stesso.

Per concludere ci sono i racconti fatti ai magistrati dall'ex socio di Orsi, La Musta. A quanto pare il consigliere comunale avrebbe 'animato' a Roma, almeno fino al 2009, 'festini con prostitute', nei quali ai presenti è stata ceduta della cocaina. La Procura sta ora cercando di capire chi abbia preso parte a quelle 'feste'.

Foto: francescomariaorsi.com

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016