Excite

Francia, no al burqa nei luoghi pubblici

Ieri sera, in via definitiva, il Senato francese ha approvato il divieto per le donne di indossare il velo islamico integrale in tutti i luoghi aperti al pubblico. Niente più burqa e niqab, dunque, nei negozi, nei parchi, nelle scuole, negli ospedali, sui mezzi di trasporto. E proprio ieri sera Parigi è stata scossa da due allarmi bomba.

Il dievieto è stato prima approvato dall'Assemblea nazionale, la camera bassa del Parlamento, poi il via libera al disegno di legge è stato dato dai senatori. Il disegno di legge in questione prevede un'ammenda di 150 euro per i trasgressori e pene più severe, fino a un anno di carcere e 30mila euro di multa, per chi costringerà una donna ad indossare il velo.

Numerose polemiche hanno accompagnato il provvedimento. Si è espresso negativamente il Consiglio di Stato e un ricorso è stato presentato al Consiglio Costituzionale, che ha un mese di tempo per esprimersi. La legge entrerà in vigore nella primavera del 2011, dopo sei mesi di 'pedagogia' per spiegare alle donne islamiche cosa rischiano. Il ministro della Giustizia, Michele Alliot-Marie, ha spiegato: 'Non si tratta di sicurezza o religione, ma di rispetto dei nostri principi repubblicani'. Il disegno di legge, che è stato presentato dal governo come uno strumento a difesa della donna, non parla né di Islam né, esplicitamente, di velo integrale, ma più in generale della 'dissimulazione del viso nello spazio pubblico'.

 (foto © LaPresse)

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016