Excite

Futuro e libertà non ha più i numeri al Senato

Il gruppo Fli al Senato non ha più i numeri per esistere. La comunicazione ufficiale è avvenuta nel pomeriggio di ieri. Dopo l'uscita di Giuseppe Menardi (leggi la notizia) e del senatore Franco Pontone (leggi la notizia) ieri se ne sono andati altri due senatori, l'ex capogruppo Pasquale Viespoli e Maurizio Saia.

Al termine di una lunga riunione a Palazzo Madama tra i senatori Fli svoltasi ieri, Viespoli ha affermato: 'Abbiamo preso atto del venir meno sul piano politico del gruppo Fli al Senato ed abbiamo altresì preso atto di posizioni divergenti rispetto alle prospettive politiche'.

Leggi tutte le altre notizie su Futuro e libertà

Così è stato spiegato: 'Il Gruppo Fli al Senato, in seguito all'uscita dei senatori Menardi e Pontone, non ha più i numeri per esistere. Degli otto senatori restanti sei hanno confermato la loro permanenza nel Fli al fine di costruire un'alternativa competitiva all'attuale centrodestra e nella prospettiva di poter dar vita in tempi brevi ad un nuovo e più consistente gruppo parlamentare che faccia riferimento al Polo per l'Italia, rifutando così qualunque ipotesi di ammucchiata a sinistra'.

I sei senatori che hanno confermato la loro permanenza nel Fli sono Giuseppe Valditara, Maria Ida Germontani, Candido De Angelis, Barbara Contini ed Egidio Digilio. I sei hanno sottoscritto il documento proposto dal presidente della commissione Finanze al Senato Mario Baldassarri volto a sottolineare la fedeltà al presidente della Camera Gianfranco Fini. Adesso questo gruppo di senatori tenterà di costituire un nuovo gruppo al Senato. L'idea è quella di cercare nel Terzo Polo, ma a quanto pare tra i fedeli di Casini e quelli di Rutelli c'è scetticismo e cautela.

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016