Excite

Gabrielli commissario al Giubileo, Renzi boccia Marino? Mafia Capitale, governo verso "linea dura"

  • Twitter @boccajaw

Nessuna conferma ufficiale, ma un silenzio imbarazzato nei “palazzi romani” che forse vale ancor più di parole o documenti scritti: il premier Renzi ha in cantiere un provvedimento ad hoc per affidare l’intera macchina organizzativa del Giubileo 2016 a Franco Gabrielli, nelle vesti di commissario chiamato a sottrarre la gestione dell’evento al sindaco Marino.

Giunta Marino a rischio scioglimento? Lo scandalo "Mafia Capitale" scuote il Pd

A riportare la notizia circolata ieri sera negli ambienti vicini al governo per poi rimbalzare qualche ora dopo sul web, è stato il quotidiano La Repubblica, seguito a ruota da altri organi d’informazione nazionali, in ogni caso al momento sembra che sulla spinosa questione Palazzo Chigi abbia innalzato un muro di riservatezza per impedire dolorosi contraccolpi ad effetto immediato.

Il decreto contenente l’atto di nomina dell’attuale prefetto di Roma come plenipotenziario del governo per il Giubileo, stando alle indiscrezioni riportate dal giornale del gruppo De Benedetti, sarebbe stato ad un passo dalla presentazione in Cdm giovedì scorso, ma un ripensamento dell’ultima ora ha indotto Matteo Renzi e colleghi alla prudenza impedendone l’immediata discussione.

(Il sottosegretario all'Economia del governo Renzi difende Marino: "Va tutelato")

Pesano in misura determinante, nella possibile “bocciatura” di Marino in qualità di figura di riferimento a livello istituzionale per il grande evento religioso indetto da Papa Francesco, gli ultimi arresti per Mafia Capitale che continua a lambire pericolosamente le amministrazioni di qualsiasi livello del territorio d’influenza della Cupola laziale con al vertice Buzzi e Carminati.

Prima ancora che con la grana Giubileo, Ignazio Marino deve fare i conti con le crescenti proteste di cittadini e opposizioni nei confronti della giunta comunale, invitata da più parti alle dimissioni dopo il coinvolgimento di diversi esponenti del centrosinistra nell’inchiesta sulla corruzione (e criminalità organizzata) a Roma.

Se fino a pochi giorni fa l’appoggio dell’esecutivo e dello stesso Pd al Sindaco della Capitale appariva scontato e a prova di “scandalo”, adesso tra Renzi e Marino potrebbe aprirsi un braccio di ferro dall’esito tutt’altro che prevedibile.

Pubblicato da Marco Franco - Profilo Google+ - Leggi più articoli di Marco Franco

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017