Excite

Gazzè canta a festa Pdl, è polemica

Meno male che Max c'è. Uno degli inni più amati dai berluscones di tutto il mondo potrebbe magari cambiare titolo, dopo il discusso concerto di Gazzè ad Atreju, la festa dei giovani pidiellini.

Guarda il video di Max Gazzè ad Atreju

Berlusconi ad Atreju, guarda il video

Max Gazzè si è esibito nella serata di giovedì, proprio nella stessa location dove qualche ora prima Gaetano Quagliariello, Stefania Craxi, Augusto Minzolini, Renato Brunetta, Fabio Rampelli, moderati da Alessandro Sansoni, avevano dato vita al dibattito 'Il caso Craxi a dieci anni dalla scomparsa'.

Insomma, l'atteggiamento equivoco del cantautore romano, dalle idee dichiaratamente di sinistra, ma non tali da rifiutare un invito a casa del nemico, non è piaciuto a molti dei suoi fan. La pagina Facebook di Gazzè è stata presa di mira da alcuni aficionados delusi.

'Hai dato importanza alla tua professione' scrive l'utente Chiaramente Caucci 'e non al tuo essere uomo! ce le stai presentando come due cose distinte e questo è quel che ci dispiace di più!Il cuoco cucina per tutti, per persone di destra e di sinistra. Tu vendi i tuoi cd..e non sai chi sono gli acquirenti se persone di destra o di sinistra!Il cuoco nel S...UO RISTORANTE offre un servizio, e se è una persona di sinistra non può rifiutarsi di cucinare ad un cliente di destra. Ma può rifiutarsi di cucinare se chiamato come cuoco ad una FESTA di destra (e viceversa cuoco di destra festa di sinistra)! e sai perchè? perchè non ha nulla da festeggiare!!Tu cosa avevi da festeggiare? e poi..stiamo a parlà di Berlusconi!!!!Mannaggia a te!!!'.

Non manca chi abbozza una difesa: 'Non capisco tutta questa indignazione' scrive Chiara Battistino 'e questi insulti, dal momento che le canzoni non hanno testi politici e non mi risulta che si sia dichiarato di un partito anzichè un altro, ma soprattutto che abbia promesso di non rivedere mai e poi mai le sue opinioni... Ma poi non deve rendere conto a nessuno delle sue azioni...... Aggiungo, la musica non è politica... E prima di fare troppo gli idealisti forse è meglio rivedere anche le scelte che noi stessi facciamo ogni giorno!!'.

Frase stigmatizzata da 'Carlo Mars', che tiene a precisare: 'Si è dichiarato comunista. Si è dichiarato schifato dalla televisione e in particolare dalle tv del berluska, si è dichiarato schifato dalle menzogne che ci raccontano, si è dichiarato schifato dalla guerra in Iraq. Quindi, ricapitolando, no...n è iscritto ad alcun partito perchè non ce n'è uno che lo rappresenti, ma è comunista, parole sue, e di certo contrario ad ogni politica del governo attuale. Ci dica allora se non si sentiva fuori posto su quel palco. E se la risposta è no, ci dica il suo segreto'.

Dal canto suo, Gazzè si è quasi giustificato del concerto pidiellino, rispondendo così ai taccuini dell'Adnkronos: 'La musica non deve avere ne' frontiere, ne' barriere, ne' blocchi culturali. Bisogna aprirsi e non chiudersi. Se posso dire di avere un impegno politico, e' stato proprio quello di accettare l'invito alla festa del Pdl'.

 (foto © LaPresse)

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016