Excite

Gela, il M5S decide l'espulsione del sindaco: è accusato di non aver rinunciato allo stipendio

  • Facebook @Domenico Messinese
Il sindaco di Gela è stato espulso dal Movimento 5 Stelle. Domenico Messinese è stato infatti accusato di non aver rispettato gli impegni assunti al momento della candidatura. E, addirittura, non avrebbe provveduto alla riduzione dello stipendio: un punto imprescindibile per il M5S. Così è maturata la sanzione nei suoi confronti. Il primo cittadino ha però respinto al mittente gli addebiti, sostenendo di essere stato abbandonato dal Movimento dopo la polemica con alcuni assessori, che aveva portato alla loro cacciata.

Leggi anche le polemiche per l'espulsione della parlamentare Serenella Fucksia dal Movimento 5 Stelle

"Messinese non ha provveduto al taglio del proprio stipendio, nonostante il consiglio comunale di Gela abbia votato anche un atto d'impegno in questo senso, col fine ulteriore di generare un effetto domino normativo che avrebbe portato automaticamente alla riduzione delle indennità degli assessori e dei consiglieri", ha scritto il Movimento 5 Stelle Sicilia motivando l'espulsione del sindaco di Gela. Che, secondo la ricostruzione, "è venuto meno agli obblighi assunti con l'accettazione della candidatura e si è dimostrato totalmente fuori asse rispetto ai principi di comportamento degli eletti nel movimento e anche alle politiche ambientali energetiche e occupazionali più accreditate in ambito europeo. Pertanto si pone fuori dal Movimento, di cui, da oggi, non fa più parte".

Domenico Messinese ha comunque replicato alle critiche, sottolineando che non c'è stato un confronto per cercare un vero chiarimento. "Devo dire che è molto che non li sento, nessuno ha mai chiesto spiegazioni personalmente. C'è stata abbastanza latitanza, se sono stati latitanti per preservare la libertà di gestione dell'amministrazione locale questo è un merito", ha affermato il sindaco di Gela. E così ha lasciato intendere che proverà ad andare avanti: "Le calunnie e gli attacchi mediatici non mi sono mai piaciuti. Le azioni di un amministratore devono essere sempre per il bene della collettività, mai per il bene dei singoli o di singole forze politiche".

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017