Excite

Generazione Italia: 'La lettera di sfiducia a Berlusconi è di Bossi'

Domenica pomeriggio la politica italiana è stata scossa da un nuovo terremoto politico: una lettera di sfiducia a Silvio Berlusconi apparsa sul sito di Generazione Italia. L'associazione che fa capo a Futuro e Libertà, metteva così fine al Governo, ma era solo uno scherzo.

Uno scherzo che fa riflettere, poiché il sito ha riportato le parole utilizzate nel 1994 da Umberto Bossi quando fece cadere la prima legislatura condotta dal neo politico proprietario di Mediaset. Parole di una così grande attualità: 'Generazione Italia considera conclusa negativamente l’esperienza di questo Governo che, come fosse un suo feudo personale, ha presieduto. I patti richiedevano l’immediata approvazione di una legge antitrust che eliminasse il monopolio di Mediaset e che favorisse il rinnovo strutturale della Rai restituendo ai media la loro libertà e democratica funzione per informare imparzialmente ed obiettivamente l’opinione pubblica'.

I finiani continuano con: 'Lei in campagna elettorale ha promesso di risolvere il secolare problema meridionale, di garantire la pace sociale, di sostenere la piccola e media impresa, di eliminare la partitocrazia e lo Stato padrone; di fare dell’Italia un grande paese ad ispirazione liberal-democratica'.

Il gruppo che fa capo a Gianfranco Fini parla di verifica: 'Nella nostra alleanza c’è chi ci accusa addirittura di sovvertire lo Stato di diritto perché chiediamo una verifica, falsificando la verità e dichiarando che questo Governo non sarebbe il frutto, come nel passato, di una contrattazione post elettorale, bensì, sarebbe la conseguenza di un patto preventivo stipulato davanti agli elettori!'

'Onorevole Presidente, lo Stato non è lei! E dopo di lei non c’è il diluvio! Le chiedo con quali diritti Lei batta i pugni sul tavolo dichiarando la sua insostituibilità? Con quali diritti Lei pretenda di interpretare personalmente la Costituzione tuttora in atto? Onorevole Presidente, Lei non è l’uomo della provvidenza, tutt’altro!'

Tutti stralci presi dalla lettera di sfiducia di Bossi, che concludeva: 'L’Italia è una Repubblica democratica, in cui il Parlamento elegge e fa cadere i Governi, valutando i meriti e i demeriti di chi presiede o fa parte del Governo: il tradimento è solo quello di chi, ad un Paese disperatamente alla ricerca di un patto costituente, contrappone voglia di potere e minacce di tumulti di piazza!'

Proprio queste ultime parole Generazione Italia ha voluto sottolineare, perché Futuro e liberà è stata accusata di tradimento per non voler porre la fiducia al Governo, e per rispondere agli attacchi ha 'scherzato', mostrano chi era stato il primo traditore del Premier. Calderoli ha già risposto che nel 1994, il loro non era uno scherzo, ma una sfiducia votata nell'interesse di tutti.

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016