Excite

Genny 'a Carogna e il Daspo di 5 anni, Mentana non ci sta e "punge" Alfano: "Anche tu protestavi per Silvio libero" [VIDEO]

  • Excite

Enrico Mentana ha preso davvero a cuore gli scontri di sabato scorso prima della finale di Coppa Italia Fiorentina - Napoli. Se subito dopo la partita aveva postato sulla pagina Facebook personale, la sua indignazione per come era stata gestita l’intera situazione, sia dalle forze dell’ordine sia dallo Stato che ne è uscito “platealmente umiliato”, il direttore aveva anche dedicato molto spazio all’episodio nel Tg La7 di ieri sera non tralasciando alcun particolare.

Finale di Coppa Italia: gli spari ai napoletani per un regolamento di conti. Arrestato capo ultras romano, "Genny a carogna" santificato

I fatti li conosciamo ormai tutti e lui, Gennaro De Tommaso aka “Genny ‘a Carogna”, è indiscutibilmente il personaggio del momento: bersaglio dell’indignazione popolare ma allo stesso tempo preso di mira dalla satira di comici e di tutto il web, il capo ultras del Napoli -che dopo aver dato il suo assenso affinché si giocasse la finale di Coppa Italia, adesso decide la qualsiasi (a proposito: è stato Genny a decidere di pubblicare questo post)- nel pomeriggio di oggi è stato punito per i fatti di sabato sera con un Daspo di ben 5 anni. Le motivazioni, secondo la Questura, risiederebbero nel fatto di aver scavalcato le barriere dello Stadio Olimpico di Roma e per “striscioni o cartelli incitanti alla violenza o recanti ingiurie o minacce”.

#IlCapoUltraHaDeciso, e su Genny 'A Carogna si scatena l'ironia del web

Subito dopo il servizio che annunciava i provvedimenti della Questura nell’edizione del Tg delle 20, Mentana ha chiesto chiarezza su questa decisione, sollevando un dubbio quanto mai legittimo:

C’è bisogno di capire perché è stata scelta una misura così dura, nei confronti dell’uomo che è stato scelto dalla Questura, dai funzionari dello Stato del Ministero dell’Interno come interlocutore -ha sbottato il direttore- E’ perché ha scavalcato la rete di recinzione? Abbiamo visto in altre partite l’invasione di campo senza che siano mai state prese misure così drastiche. É per la maglietta? E qual é la fattispecie di reato? Perché dire ‘Speziale Libero’ può essere doloroso per coloro che sanno cosa è successo all’agente Raciti ma non è, di per sé un reato. Anche perché, chiedere la libertà di una persona che viene condannata non è una cosa che dovrebbe suonare nuova neanche al Ministro dell’Interno.” Poi mostrando la foto di quando Alfano lo scorso anno si presentò insieme agli altri onorevoli del Pdl davanti al Tribunale di Milano in difesa di Silvio Berlusconi, l’affondo: “Basta soltanto un’immagine, che tutti ricordiamo, per capire che a volte si può anche manifestare per avere libera una persona di cui si crede o si denuncia l’innocenza.

In sostanza Mentana -tra le righe- critica quella brutta esigenza che si ha, ogni volta che accadano episodi del genere nel nostro paese, di dare in pasto all’opinione pubblica un colpevole e subito sollevando le cosidette istituzioni da tutte le responsabilità del caso, e inoltre sottolinea come Alfano, con queste motivazioni avrebbe un problema di credibilità. Di una cosa comunque siamo certi: Genny 'a Carogna, sul Daspo, avrebbe deciso diversamente.

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017