Excite

Gentiloni dichiara guerra all'Isis: "Pronti a impegno militare"

  • Getty Images
L'Italia annuncia un maggior impegno nella guerra all'Isis. Il ministro degli Esteri, Paolo Gentiloni, ha assunto una posizione chiara in un'intervista al Corriere della Sera. E, pur senza citare la parola guerra, ha spiegato che occorre un "impegno militare" contro i miliziani dell'autoproclamato Califfo, in tutti i Paesi. Dalla Somalia al Kenya, passando per il fronte mediorientale. "Per contrastare il terrorismo è inevitabile il risvolto militare. Qualcuno potrà scandalizzarsi, ma questi gruppi vanno affrontati anche sul piano militare. Non userò la parola combattere, altrimenti mi ritrovo nei panni del crociato", ha dichiarato.

Quando Gentiloni disse: "L'Italia pronta a combattere"

Il ministro degli Esteri ha inoltre evidenziato che esiste già uno sforzo militare contro il gruppo che governa gran parte della Siria e una porzione del territorio iracheno, nonostante la recente sconfitta nella città di Tikrit. "Facciamo parte di una coalizione militare anti Daesh impegnata soprattutto in Iraq e in Siria" ha affermato Gentiloni. E ha aggiunto: "Ma in futuro si potrebbe valutare l’opportunità di contribuire al contrasto del terrorismo in Libia o di fenomeni come Boko Haram in Nigeria, per esempio. I carabinieri italiani sono impegnati in Somalia per contribuire alla formazione e all’addestramento delle forze armate locali".

Che cos'è l'Isis

Nel corso dell'intervista è spesso tornato il tema della persecuzione dei cristiani da parte delle varie organizzazioni jihadiste. "Dobbiamo decidere se vogliamo assumerci responsabilità chiare, svolgere il nostro ruolo oppure se dobbiamo continuare a tenere questi problemi al di fuori del nostro piccolo mondo, che poi è una semplice illusione. Ma questo comporta spese, e ciò riguarda anche l’opzione militare", ha scandito Paolo Gentiloni. "L’importante è avere ben chiara la natura di questa persecuzione", ha quindi concluso.

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017