Excite

Gianfranco Fini, la casa di Montecarlo è di Giancarlo Tulliani

Il leader di Futuro e Libertà Gianfranco Fini è di nuovo nella bufera per la casa di Montecarlo. Lo scorso ottobre i pm hanno chiesto l'archiviazione del procedimento penale a carico del leader di Futuro e Libertà e dell'ex tesoriere di An Francesco Pontone, ma il senatore del Pdl Luigi Compagna ha chiesto un'interrogazione urgente sulla reale proprietà della casa di Montecarlo venduta da An ad una società offshore in seguito alle ultime notizie emerse, secondo le quali ci sarebbe la certificazione che l'appartamento di Montecarlo è di proprietà di Giancarlo Tulliani, fratello della compagnia di Fini, Elisabetta.

La casa di Montecarlo, ecco la vicenda

Così oggi il ministro degli Esteri Franco Frattini ha risposto in Senato all'interrogazione del Pdl sui documenti arrivati da Santa Lucia relativi alla proprietà dell'appartamento a Montecarlo e ha confermato l'autenticità delle carte, senza entrare nel merito del contenuto. Frattini ha poi spiegato che la valutazione spetta alla Procura alla quale sono stati trasmessi tutti i documenti.

Negli ultimi giorni Pdl e Lega hanno chiesto a gran voce le dimissioni di Fini dalla presidenza della Camera per il suo ruolo considerato non più super partes ed egli stesso aveva detto che si sarebbe dimesso qualora fosse emerso un suo coinvolgimento nella questione dell'appartamento di Montecarlo. Cosa accadrà, dunque, adesso?

Rispondendo oggi all'interrogazione presentata dal senatore Compagna, Frattini ha detto che la richiesta di documenti al governo di Santa Lucia sulla questione della casa di Montecarlo è stata 'un chiarimento, puro e semplice'. Un chiaramento determinato anche dal fatto che 'vi fu una polemica che investì anche una presunta manipolazione del documento e, quindi, la sua autenticità, da alcuni organi di stampa si era indicato anche un presunto ruolo, in tali attività, di organi dello Stato'.

Il ministro degli Esteri ha affermato: 'Ecco la ragione per cui, a suo tempo, ritenni di chiedere non, ovviamente, una rogatoria, ma un chiarimento puro e semplice alle autorità di Santa Lucia circa la genesi e l'autenticità del documento, replicato da organi di informazione in Italia, e non solo, onde fugare dubbi, indiscrezioni e retroscena. Alcune settimane fa ho ricevuto una risposta dal primo ministro di Santa Lucia, le carte sono autentiche e veridici i contenuti'. Frattini ha poi sottolienato che tutto quanto è stato 'da me inviato alla Procura della Repubblica di Roma che, se lo riterrà, ne farà uso'.

Secondo le carte giunte al Ministero degli Esteri dal governo di Santa Lucia e trasmesse alla Procura di Roma, dunque, l'appartamento di Montecarlo, attraverso le società Timara e Printemps, è di Giancarlo Tulliani, cognato di Gianfranco Fini. Come si legge su il Sole 24 Ore, i pubblici ministeri hanno già concluso che il reato non c'è, le carte quindi verranno girate al giudice per le indagini preliminari che il 2 febbraio deciderà se archiviare il caso oppure procedere.

 (foto © LaPresse)

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016