Excite

Gianni Alemanno, consulenti da 20 milioni l'anno al Comune di Roma

  • Getty Images

Ha fatto molto scalpore la scorsa estate la scoperta che un consulente del Comune di Roma, tal Maurizio Lattarulo, risultava vicino alla banda della Magliana per avere lavorato come 'esattore' per il boss De Pedis, e la difesa del sindaco, che aveva detto di non conoscere personalmente l'uomo, aveva lasciato perplessi: ma come, un collaboratore? E invece della buona fede di Gianni Alemanno si era dubitato ingiustamente. In Campidoglio, infatti, solo negli ultimi 2 anni i consulenti sono stati 1.020. Insomma, mica facile ricordarseli tutti.

Alemanno: ex della Magliana al Comune. Bufera sul Sindaco

A levare il coperchio dall'ennesimo vaso di Pandora di sprechi della cosa pubblica ci ha pensato il quotidiano Repubblica, che indagando sulle spese del Campidoglio ha scoperto un vero e proprio esercito di collaboratori esterni a ingrossare le fila - già più che cospicue - degli stipendiati del Comune della Capitale. A 19 mila dipendenti, 6 mila funzionari e 280 dirigenti si aggiungono infatti 1.020 consulenti nel bienno 2011-2012, dal costo di 20.7 milioni di euro, pagati dai contribuenti.

Insomma, una cifra che in tempi di crisi, richieste di sacrifici e spending review suona decisamente come una nota stonata, tanto più che - almeno stando a quanto riporta Repubblica - le competenze di questi 'specialisti' sono tutte da verificare. Il quotidiano infatti riferisce ad esempio il caso di Alexander Marco Andrew Sciarra, quarantenne nato a Londra con un diploma al liceo linguistico (inglese e spagnolo), una laurea in Scienze della Comunicazione all'università Lumsa e un Master in Geopolitica, ingaggiato con un primo incarico diretto nel dicembre del 2010 per "lo studio delle nuove attività istituzionali di cui sarà investita l'Assemblea Capitolina (in virtù dell'attuazione della legge per Roma Capitale)". Un'operazione dal costo di 49.959 euro, giustificata, anche per quanto l'assegnazione senza concorso, con le "non comuni competenze" di Sciarra nel settore specifico. Competenze così poco comuni da garantire all'uomo un primo rinnovo per il 2011 e poi un successivo per il 2012, dove solo nel mese di dicembre ha percepito 5.596,25 euro.

Alemanno presenta il bilancio 2012 del Comune di Roma

E Sciarra non è l'unico caso. Ci sono infatti Giancarlo Del Sole, consulente a "diretto supporto delle funzioni attribuite al sindaco", con un incarico da 20 mila euro per il 2010 e da 40 mila per il 2011, all'interno del Comitato tecnico del piano strategico per la mobilità sostenibile. Giuseppe Rotondo, magistrato amministrativo, che per la sua collaborazione nell'ufficio del Commissario delegato all'emergenza traffico e mobilità è stato pagato 40 mila euro sia nel 2010 che nel 2011. Andrea Benedetto, anche lui nell'ufficio di Rotondo, retribuito per lo stesso periodo con contratti da 50 mila euro l'anno. Sandro Incurvati, chiamato al Dipartimento Patrimonio per una consulenza di tre mesi (dicembre 2010 - marzo 2011) "sull'evoluzione del sistema di gestione del database patrimoniale" dal costo di 61.800 euro.

E via così, l'elenco è lungo. Con l'aggravante che pure l'Organismo indipendente di valutazione, l'ufficio insomma deputato a verificare la 'congruità' delle cifre versate ai collaboratori esterni, è guidato da due consulenti, Livio Barnabò e Francesco Verbaro, che ogni anno costano ciascuno al Comune di Roma 40 mila euro...

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017