Excite

Gianni Alemanno è il nuovo sindaco di Roma

Gianni Alemanno 53.66%, Francesco Rutelli 46.34%. Questi i numeri da giocare oggi sulla ruota di Roma. Questi i numeri che hanno chiuso la lunga ed estenuante maratona elettorale 2008 consegnando, per la prima volta dal dopoguerra, il Campidoglio al centro-destra.

Guarda le foto dei festeggiamenti al Campidoglio per la vittoria di Gianni Alemanno

Un Gianfranco Fini visibilmente gioioso ha subito commentato: "L'aggettivo 'storico' viene spesso abusato, ma in questo caso lo possiamo davvero usare". Tanta è stata l'euforia per l'inattesa vittoria con scarto di 6 punti da far parlare il futuro vicepremier di "vittoria di Alleanza Nazionale", per la serie "il Pdl può attendere oggi".


E
uforico il nuovo sindaco della capitale: "Sarò sindaco di tutti i romani, di tutte le persone che in questa città vogliono lavorare, crescere e creare un clima di partecipazione sociale" - ha dichiarato salutando dal balcone del Campidoglio la folla di militanti che festeggiavano la sua vittoria - Voglio essere sindaco di una città unica al mondo - ha aggiunto - che vogliamo riportare in Europa e mettere al centro del Mediterraneo, una città universale". "Faccio una preghiera - ha poi proseguito Alemanno - voi che avete fatto con me questa battaglia fate che questa sia la vittoria di tutta Roma, una vittoria in cui tutti i cittadini di Roma si possano identificare. C'è chi ha cercato di portarci indietro negli anni, ma noi vogliamo andare incontro al futuro: Roma cambia".

Nonostante la sbornia da festa Alemanno ha rilasciato subito svariate dichiarazioni programmatiche:

La "coabitation" con Zingaretti: "I nostri obblighi istituzionali ci impongono di collaborare per costruire una visione di area metropolitana nuova con il concorso di Provincia e città".

Il rapporto con la comunità ebraica: "Nel momento in cui vengo eletto Sindaco di Roma dal suffragio degli elettori rivolgo il mio deferente saluto a Lei, in qualità di Rabbino Capo della più grande e antica comunità ebraica d'Italia, assicurando piena collaborazione con la comunità ebraica per il bene di tutti i cittadini romani"

Il cinema italiano: Gianni Alemanno ha annunciato cambiamenti per la Festa del cinema di Roma. Il neo sindaco ha proposto che venga riservata "ai film italiani, prodotti in Italia, per promuovere la nostra cinematografia, non le star di Hollywood".

Parole d'ordine: "Sicurezza, lavoro e socialità. Saranno queste le tre parole d'ordine per amministrare la città" (...) "La mia sarà una Roma più sicura, più partecipata, con più rispetto nei confronti dei cittadini e con dinamiche di sviluppo più profonde e nette".

Ipersoddisfatto per la nuova vittoria, Berlusconi, davanti all'assemblea di parlamentari del Pdl , ha commentato la nuova vittoria col consueto humor: "Ecco il nuovo sindaco di Roma" (...) "Ho bisogno di tre permessi per il centro storico" (..) "Ho visto che c'erano anche dei centurioni e così oggi mi è venuto da pensare: siamo noi la nuova falange romana". Applausi molto lunghi hanno accolto il primo cittadino della Capitale e così il futuro premier ha fatto anche una piccola scenata di gelosia: "A me non mi avete mica applaudito così... Inizio a essere un pò geloso". Il tono si è poi fatto nuovamente serio e il futuro premier ha spiegato quanto si sia stato speso in questi giorni in favore della candidatura di Alemanno.

Lo sconfitto: "Oggi ho avuto una sconfitta e provo un'amarezza grande". ha confessato Francesco Rutelli, parlando nella sede del suo comitato elettorale dopo il risultato negativo delle elezioni a sindaco di Roma. "Da parte mia - tiene a sottolineare Rutelli - penso di aver fatto il mio dovere e nella mia vita pubblica ho avuto tante soddisfazioni e anche successi". Quanto al domani immediato, "so che abbiamo importanti energie in campo nel Partito democratico, in cui ho creduto e continuo a credere; e nel centrosinistra romano, nel quale ho fiducia che abbia le risorse per guardare al suo futuro". Rutelli ha quindi sottolineato: "Mi sono messo a disposizione della mia coalizione e di Roma e sapete quanto io ami la mia città. Mi sono lanciato in questa campagna elettorale con passione e senza risparmio, pur sapendo - ha concluso il candidato del centrosinistra al Campidoglio - che c'erano molte difficoltà da superare".

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016