Excite

Gianni Alemanno e lo scandalo parentopoli

Scandalo parentopoli per il sindaco di Roma Gianni Alemanno. A quanto pare da quando Alemanno è salito in Campidoglio in molti hanno trovato, miracolosamente, lavoro nelle aziende municipalizzate del Comune. Dopo L'Atac, la società del trasporto pubblico di Roma che dopo l'elezione di Alemanno ha assunto per chiamata diretta più di 850 persone legate da rapporti familiari o politici ad esponenti del centrodestra locale, dirigenti aziendali e sindacalisti, si parla ora dell'Ama, azienda ex municipalizzata che si occupa della raccolta e dello smaltimento dei rifiuti della città.

Guarda alcune foto di Giulia Pellegrino

A quanto pare, all'Ama sarebbero entrati un migliaio di nuovi dipendenti. Dal 2008 sembra siano stati assunti, tra gli altri, il genero dell'amministratore delegato Franco Panzironi, membro della Fondazione Nuova Italia di cui è presidente proprio Alemanno; la figlia del caposcorta del sindaco, Giorgio Marinelli, il cui primogenito era già stato sistemato in Atac; la compagna dell'ex capogruppo Pdl in Campidoglio, Dario Rossin; e tante mogli, cognati e cugini di vari esponenti Pdl.

Tali fatti sembrano, dunque, rendere più che evidente il sistema di occupazione clientelare che regna nelle società controllate dal Comune, tanto che la Procura della Repubblica e la Corte dei Conti hanno aperto un fascicolo per accertare eventuali responsabilità sotto il profilo penale e del danno erariale. A rompere il silenzio, un'inchiesta del quotidiano La Repubblica che da una decina di giorni indaga sulle sospette assunzioni in Atac e in Ama in questi anni di amministrazione del centrodestra.

Ieri Marinelli si è dimesso dal suo incarico. Parlando delle dimissioni del suo caposcorta, Alemanno ha detto: 'Marinelli non è più il mio caposcorta, è ritornato in polizia. La decisione è stata assunta in via precauzionale per evitare speculazioni sull'accaduto'. Il primo cittadino ha poi aggiunto: 'Non mi occupo di assunzioni, sull'Ama non mi risultano particolari scandali e poi non mi ricordavo neanche che quell'agente avesse una figlia'.

Nel frattempo le opposizioni hanno presentato interrogazioni in Parlamento e in Campidoglio e chiedono le dimissioni del primo cittadino. Il deputato ed ex assessore Pd Jean Leonard Touadi ha detto: 'Dopo l'Atac, le assunzioni clientelari all'Ama. Fino ad oggi Alemanno ha fatto finta di nulla: ora basta. Ha il dovere di rendere conto alla città di come lui e la sua amministrazione hanno gestito una materia tanto delicata'.

 (foto © LaPresse)

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016