Excite

Giorgio Stracquadanio: 'Legittimo usare il proprio corpo per fare carriera'

Un nuova bufera si sta abbattendo sul Pdl e sulla politica italiana. Solo pochi giorni fa la deputata di Futuro e Libertà, Angela Napoli, ammetteva che era possibile che qualche membro del parlamento si era prostituito per fare carriera. A rincarare la dose e a sottolineare tale concetto si aggiunge l'onorevole Giorgio Stracquadanio.

Intervistato dal solito Klasu Davi, al programma online, Klauscondicio, il deputato del Pdl ammette: 'È assolutamente legittimo che per fare carriera ognuno di noi utilizzi quel che ha, l'intelligenza o la bellezza che siano. È invece sbagliato pensare che chi è dotato di un bel corpo sia necessariamente un cretino. Oggi la politica ha anche una dimensione pubblica. Ci si presenta anche fisicamente agli elettori. Dire il contrario è stupido moralismo'.

'Ognuno ha il diritto di assecondare le virtù che la natura gli ha dato e di farne degno utilizzo in un congruo collocamento esistenziale. Sono fatti privati. Ognuno deve disporre del proprio corpo come meglio crede. Non mi interessa. Fino a quando esiste consenso non c'è violenza e se non c'è violenza non c'è problema'.

Tra i commenti di disgusto e di disapprovazione quello dell’on. Gabriella Carlucci, abbastanza moderato : 'Oltre all’aspetto fisico la persona deve però possedere anche altre qualità, senza le quali è impossibile ottenere risultati professionali di rilievo in qualsiasi campo'.

Elvira Savino, invece, accusa: 'Ha sbagliato Stracquadanio, nettamente ha sbagliato. La gente ha ben altri problemi di cui la politica deve occuparsi, e lui ha detto una stupidata enorme e sgradevole'.

L'europarlamentare del Pd, Debora Serracchiani, ha aggiunto: 'Un deputato della Repubblica ha un ruolo che gli dà la possibilità di indirizzare l'opinione dei cittadini e questo dovrebbe imporgli sempre responsabilità e attenzione alle conseguenze di quello che dice: la dignità della persona non e' un principio che si può mettere in discussione con tale leggerezza. Purtroppo l'idea che si può dire e fare tutto per i propri scopi, prescindendo da qualsiasi steccato morale e' propria di quella cultura del materialismo estremo che viene legittimata dalla condotta pubblica e privata Presidente del Consiglio'.

La senatrice Anna Finocchiaro aggiunge: 'Non so descrivere con precisione le sensazioni provocate dalle affermazioni dell'onorevole Stracquadanio. Orrore, amarezza, rabbia. E tanto altro. Mi viene solo voglia di dire, che schifezza. Dietro quelle parole c'è una concezione umiliante della donna e una considerazione dell'impegno politico davvero squallida'.

Alessandra Mussolini ammette che Stracquadanio 'ha perso un'occasione per stare zitto. Immagino volesse rispondere alle osservazioni che aveva fatto Angela Napoli qualche giorno fa. Le sue parole sono state un vero disastro'.

Lui però si difende e smentisce: 'Non ho mai detto che in Parlamento è legittimo prostituirsi e neppure che è indifferente utilizzare l'intelligenza o la bellezza per fare carriera. Ho solo detto che in Parlamento, come in qualsiasi altro lavoro, l'aspetto fisico è importante. Presentarsi curato significa avere rispetto di sè. Quindi basta con questa ipocrisia. La bellezza conta e tanto. E non mi riferisco solo alle donne, ma anche agli uomini. Non è forse vero che noi tutti ci rasiamo e andiamo dal barbiere per essere più piacenti'.

Foto: YouTube

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016