Excite

Giornata Antimafia a Bari, 100mila in piazza

"Noi, come istituzioni, dobbiamo chiedervi perdono per lo spettacolo indegno di complicità e protezioni, vi voglio chiedere scusa a nome di coloro che per una manciata di voti hanno costruito una rete di connivenze, scusa per coloro che dopo una condanna hanno festeggiato con i cannoli". Così, con la voce rotta dall'emozione, il presidente della Regione Nichi Vendola, ha parlato alle centomila persone che da tutta Italia hanno raggiunto Bari, ieri, in occasione della XIII Giornata in ricordo delle vittime delle mafie.

Ad aprire il corteo, che è partito da Punta Perotti alle 9.30, c'erano i familiari delle vittime, circa 400 persone. Don Luigi Ciotti, presidente nazionale di Libera, dice che quel posto spetta a loro di diritto. "Vi accogliamo con tutto l´amore e la fratellanza di cui la nostra città è capace - annuncia il sindaco Michele Emiliano - Siete venuti da tante parti d´Italia in treno, in autobus, in aereo, in auto. Partiamo oggi da Bari verso un futuro importante che cambierà l´Italia".

Fra la folla anche il presidente della Provincia, Vincenzo Divella, e tanti altri rappresentanti del mondo politico. Dal presidente della Camera Fausto Bertinotti al vicepremier Massimo D´Alema; dal ministro dell´Ambiente, Alfonso Pecoraro Scanio, al presidente della commissione parlamentare, Francesco Forgione.

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016