Excite

Governo Prodi, fiducia in forte calo

Un sondaggio condotto dalla Ipr Marketing per Repubblica è impietoso: il consenso verso il governo Prodi è in calo. Verticale.
La colpa? E' della Finanziaria da quasi 40 miliardi e delle discusse aliquote Irpef.
I dati raccolti sulla fiducia degli italiani nei confronti del governo e del premier Romano Prodi non lasciano dubbi: da luglio a ottobre il consenso verso l'esecutivo è sceso dal 63% al 45%, e quello nei confronti del Professore è sceso di nove punti.
Altro dato da considerare è che a crollare nei consensi non è solo il Premier ma anche tutto l'esecutivo.  A parte Di Pietro e Ferrero, non c'è ministro che non veda il suo indice di fiducia crollare.
Passiamo alle cifre:
In vetta ai consensi c'è Massimo D'Alema (64% con 4 punti in meno rispetto al luglio scorso), seguito da Antonio Di Pietro e Giovanna Melandri al 63%. Nonostante il secondo posto, il ministro dello sport è sceso addirittura di 11 punti percentuali rispetto a luglio.
I ministri interessati alla Finanziaria hanno subito il colpo peggiore: Padoa Schioppa crolla dal 71% al 51%, ben venti punti.
Tra i 9 e i 7 punti il calo degli altri, da Livia Turco, ministro della Salute, a Cesare Damiano, titolare del Welfare.
Per Pierluigi Bersani il calo è di 15 punti percentuali.

Il vicepremier Rutelli perde 9 punti percentuali, e ben 13 ne cede il suo fidato ministro delle Comunicazioni Gentiloni.
"Solo" cinque punti scontano Emma Bonino e Arturo Parisi mentre Giuliano Amato recede di otto.
A salvarsi sono solo 4 ministri: alla Pollastrini (Pari Opportunità) va di lusso (perdita di un solo punto), Mastella ne cede solo due, mentre Ferrero (Solidarietà Sociale) sale di 4 punti in più con Di Pietro in positivo di uno.

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016