Excite

Governo: stop ai ticket e impronte per tutti dal 2010

Dopo una maratona di dieci ore le commissioni bilancio e finanze della Camera hanno dato il via libera al dl che compone la manovra economica triennale. Numerose le misure che hanno ottenuto l'ok, due restano però fuori: il nucleare e l'articolo che prevede la "riforma della finanziaria".

Ecco i punti salienti e alcune novità del "DL finanziaria":

- STOP AI TICKET: Stop ai ticket sulla diagnostica anche nel 2009, ma senza i 400 milioni che il governo aveva annunciato di essere disposto a mettere sul tavolo per coprire la metà delle copertura necessaria. L'aggravio economico rimane, per ora, a carico delle regioni.

- SICUREZZA: Impronte digitali per tutti dal primo gennaio 2010. La norma, approvata durante la notte, raddoppia a 10 anni la validità della carta d'identità, che oltre alla fotografia dovrà essere munita anche delle impronte digitali. È stato inoltre approvato l'emendamento che rimpolpa i fondi per la sicurezza con 300 milioni.

Sei d'accordo con "l'obbligo d'impronta" sulla carta d'identità? Vota

- "EVASIONE SANITARIA": Veloci controlli incrociati per scoprire chi dichiara un basso reddito per ottenere l'esenzione sanitaria dalle prestazioni diagnostiche. Se l'autodichiarazione risulterà falsa, le Asl recupereranno le somme non versate.

- AUTHORITY ENERGIA: Saltata la norma azzera-vertici per l'Authority per l'Energia. La norma originaria prevedeva la decadenza del "board" dell'autorità entro trenta giorni dalla conversione del decreto. Un emendamento del governo ha cancellato l'intero articolo.

- MENO TAGLI SU SINDACI "MIGLIORI": Modificata "la stretta sui sindaci". Un emendamento del relatore fa saltare il taglio del 20% delle indennità di funzione e dei gettoni di presenza dei sindaci e dei consiglieri comunali degli enti locali virtuosi. Per contro quelli con i conti in rosso dovranno stringere la cinghia di più: per loro il taglio passa al 30%. In pratica il 90% dei comuni rimarrà fu ori dal taglio.

- MEZZOGIORNO: Il Fas, il fondo per le aree sotto utilizzate, guarderà così soprattutto al Sud. In particolare gli stanziamenti del quadro strategico nazionale dovranno essere indirizzati per l'85% al Mezzogiorno. Nasce inoltre la Banca per il Sud.

- COMUNITÀ MONTANE: Più rigorosi i finanziamenti per le comunità montane: in totale riceveranno 30 milioni in meno all'anno dal 2009 al 2011, con un'ulteriore aggiunta. Il taglio sarà graduato su base altimetrica: più la comunità montana è "marina" e più il taglio sarà significativo.

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016