Excite

Grecia, accordo o default: la Germania pensa alla Grexit, con Atene fuori dall'euro per 5 anni

  • Getty Images
Domenica 5 luglio c'è stato l'oxi, il no, degli elettori greci al referendum sul piano dei creditori. Domenica 12 luglio potrebbe arrivare il nein del governo tedesco alla proposta di salvataggio della Grecia. Atene vive così in bilico: tra default e accordo. Le ultime notizie non sembrano molto incoraggianti: la Germania ha paventato di una Grexit per cinque anni, ossia una fuoriuscita dall'euro a tempo determinato per consentire la ristrutturazione del debito.

L'iniziale ottimismo riguardo alla soluzione sulla Grecia

L'Eurogruppo, infatti, dovrà pronunciarsi sul prestito-ponte da dare ad Atene per evitare il crac delle banche elleniche, che hanno ormai una liquidità molto ridotto al di sotto del miliardo di euro. Il ministro dell'Economia, Wolfgang Schaeuble, si è fatto portavoce del malessere della Germania: "Le promesse non bastano. Sappiamo che un taglio del debito pubblico non è possibile secondo i Trattati", ha affermato. Il 'falco' del governo di Berlino ha chiaramente accusato Alexis Tsipras: "Il problema prima di tutto è che la situazione, che alla fine dello scorso anno, era incoraggiante, nonostante tutto lo scetticismo. Ma è stata distrutta in modo inconcepibile negli ultimi mesi".

Il Commissario Ue agli Affari economici, Pierre Moscovici, ha invece cercato di fare da mediatore: "Il piano di Atene è un gesto significativo". La trattativa è molto complicata. Probabilmente l'Eurogruppo metterà sul tavolo una proposta stringente: riforme approvate entro una settimana dalla Grecia in cambio degli aiuti necessari a evitare il deafult. Ma la tensione all'interno di Syriza, il partito di Alexis Tsipras, è un altro fattore di allarme: si teme che il premier greco non abbia la maggioranza per approvare queste norme. E quindi far crollare tutto il progetto di salvataggio.

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017