Excite

Grecia verso il default, niente rimborsi ai prestiti: Varoufakis "Non abbiamo i soldi"

  • Getty Images
La Grecia va verso il default, annunciando di non poter rimborsare i prestiti erogati dal Fondo monetario internazionale. L'annuncio è arrivato dal ministro delle Finanze, Yanis Varoufakis: "Non abbiamo quel miliardo e 600 milioni da restituire". La cifra andrebbe trovata entro il mese di giugno. Parole pesanti che aprono uno scenario inquietante: dopo tanti mesi di ipotesi, la Grexit, la fuoriuscita dalla Grecia dall'euro sembra ormai a un passo.

Ma cosa succede se la Grecia lascia moneta unica europea? Varoufakis ha detto che le conseguenze sarebbero "catastrofiche". Per questo l'esponente del governo greco ha accusato le istituzioni, il nuovo nome di quello che è la troika (Bce, Ue e Fmi). "Abbiamo fatto passi enormi. Ora spetta a queste istituzioni fare la loro parte", ha detto il ministro delle Finanze.

Cosa aveva detto Alexis Tsipras dopo la vittoria alle elezioni

Il premier della Grecia, Alexis Tsipras, ha usato espressioni simili, lasciando comunque aperta la porta a una possibile intesa. "Siamo pronti a un compromesso, ma anche i creditori internazionali devono dimostrare la stessa disponibilità", ha spiegato il leader di Syriza, che ha poi rilanciato: "I termini dell’accordo non possono essere irragionevoli o umilianti nei nostri confronti". La replica spetta ora al Fondo monetario internazionale. Secondo indiscrezione, Bce ed Ue sono maggiormente disponibili a trovare una mediazione, mentre il Fmi è per la linea dura.

Vedi i risultati delle elezioni di gennaio in Grecia

L'uscita della Grecia dall'euro può provocare effetti imprevedibili: di sicuro i creditori internazionali dovrebbero rinunciare a gran parte dei soldi prestati. Gli Stati europei hanno elargito una somma di circa 200 miliardi di euro nei piani di salvataggio. L'Italia, nel dettaglio, ha partecipato con la considerevole somma 41 miliardi di euro. Pertanto il mancato rimborso da parte della Grecia potrebbe provocare un ulteriore problema al governo di Matteo Renzi, anche se nelle situazioni di default va considerato il fatto che c'è una ristrutturazione del debito (un rimborso parziale). Ma in ogni caso si verificherebbe un evento escluso dai trattati: l'abbandono dell'euro da parte di uno dei Paesi che vi ha aderito.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017