Excite

Grillo attacca Benigni: "Quanti soldi ha preso dal Pd?"

  • Infophoto

Non ha fine la polemica tra M5S e Pd e così, dopo essersi presi a colpi di "zombie" e "fascisti", i due schieramenti politici adesso si fanno i conti in tasca. O meglio: Beppe Grillo li fa all'avversario Bersani, chiedendosi dal suo blog "con che soldi sono organizzati" quelli che definisce "gli incontri annuali per riflettere sul futuro della Nazione (il passato e il presente se li sono già giocati) e per fare un po' di festa in piazza".

Lo show di Benigni alla festa del Pd

Per il comico ligure "costano una cifra", insinuando il dubbio che gli ospiti celebri - e qui, senza fare nomi, ecco la stoccata a Roberto Benigni - per partecipare siano pagati profumatamente: "E gli artisti invitati sul palco lo fanno per solidarietà verso il pdmenoelle o a fronte di un ricco cachet? E questo cachet a quanto ammonta?". Grillo ipotizza che i soldi utilizzati siano "quelli del finanziamento pubblico o grazie alla generosità di imprenditori 'amici' e disinteressati (tipo Riva per intenderci)", ma poiché non ha risposte, conclude il suo post così come lo intitola: "Domande perdute nel vento, blowing in the wind...".

Il manager di Roberto Benigni, Lucio Presta, non presta però il fianco alla provocazione e al 'collega' del suo assistito risponde: "Per abitudine non prendiamo soldi dai partiti e anche questa volta non abbiamo incassato nulla dal Pd, ma dai biglietti venduti per lo show", togliendosi comunque lo sfizio di una stoccata finale: "Non c'è nessun minimo garantito. Se poi Grillo vuole discutere di cachet, anche del suo, naturalmente, sono sempre pronto a incontrarlo".

Renzi: "Grillo? Fenomeno che si spegne in due settimane", il video

Per il momento, invece, dal Pd non arrivano risposte, anche se a margine del forum trentino di Enrico Letta, VeDrò, il sindaco di Firenze e candidato alle primarie del centrosinistra, Matteo Renzi, ha liquidato il leader del M5S dicendo: "Beppe Grillo è un fenomeno che si ridimensiona in due settimane, ma ci vogliono le proposte giuste" da parte del Partito Democratico, come per esempio "il dimezzamento dei parlamentari, l'eliminazione del finanziamento pubblico ai partiti". A quel punto, allora, secondo il primo cittadino toscano, "Grillo al massimo prende l’uno per cento".

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016