Excite

Grillo, "Renzi come Lubitz perché sta schiantando l'Italia", Crozza: "Non si strumentalizzano le tragedie"

  • Twitter

Come Andreas Lubitz, Matteo Renzi si è chiuso nella cabina e sta pilotando da solo, eliminando ongi interferenza esterna. Lubitz si è schiantato con l'AirbusA320, il premier sta facendo altrettanto con l'Italia. Questo il pensiero di Beppe Grillo espresso stamane sul suo blog. Parole che hanno suscitato indignazione a partire dalle accuse mosse dalla base del Movimento 5 Stelle, che ha accusato il leader di sciacallaggio.

Sul caso è intervenuto Maurizio Crozza, il comico ha aperto il suo 'Crozza nel paese delle meraviglie' con un monologo al veleno contro i politici rei di aver speculato sulla tragedia della Germanwings.

Lubitz, ecco il suo profilo psicologico

Il comico genovese se l'è presa con Beppe Grillo, ma anche con Daniela Santanchè, autrice di un tweet in cui chiedeva ai followers di che origini fossero "i piloti dell'autobus".

"Fermiamo Renzie finché siamo in tempo e evitiamo che dopo aver chiuso all'esterno il Senato si faccia una legge elettorale ad hoc per pilotare l'Italia a suo piacimento. Se lo lasciamo fare non ci saranno superstiti, ma soltanto ‘morceaux’", è una delle frasi scritte da Grillo.

LA RISPOSTA DI RENZI - La rispoosta del presidente del consiglio non si è fatta attendere. Il premier ha dichiarato che tutti sono liberi di criticare, insultare e contestare il governo, ma bisogna lasciar stare i morti. "Bisogna aver rispetto quando si usano le metafore, io terrei quella decenza che altri hanno dimostrato di non avere".

In difesa di Beppe Grillo è intervenuto Alessandro Di Battista, deputato del Movimento 5 Stelle: "Quella Di Beppe è una provocazione forte, ma solo una provocazione. Questo è un paese che deve essere svegliato", le sue parole in una intervista rilasciata a Il Fatto Quotidiano.

SCHETTINEN - E nella bufera è finito anche Allessandro Sallusti, che con "Il Giornale" è uscito stamane con il titolo "Schettinen", spiegando nell'editoriale che si tratta di una provocazione nei confronti di Der Spiegel, che dopo la tragedia della Concordia "aveva scritto commenti razzisti contro gli italiani". Tranciante l'intervento di Gad Lerner: "Sallusti ha scritto che ogni popolo deve fare i conti con i propri eroi e le proprie vergogne. Io aggiungo che bisogna fare i conti anche con i giornali ed i giornalisti. E l'Italia così non ci fa una bella figura".

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017