Excite

Grillo, sondaggi in crescita: M5S terzo partito e 'ruba' piazza San Giovanni al Pd

  • Getty Images

Sembrava che il Movimento 5 Stelle avesso fatto il suo corso e che l'ingresso in politica di Antonio Ingroia stesse scalzando Beppe Grillo dal ruolo di leader anti-casta e invece il comico ligure e la sua formazione sono dati in crescita in tutti i sondaggi e, a oggi, sono indicati come il terzo partito d'Italia, con il 18% di 'intenzioni di voto' alle prossime elezioni 2013. Ma che cosa c'è dietro la rimonta del M5S?

Beppe Grillo: tutte le news sul Movimento 5 Stelle

A 'spingere' il Movimento di Grillo verso l'alto una serie di fattori concomitanti, che fanno tutti capo allo scandalo del Monte dei Paschi di Siena. Il caso della banca toscana, infatti, sta erodendo la base del consenso del Pd, demoralizzando i suoi sostenitori e galvanizzando allo stesso tempo quelli del Pdl. Uno stato di cose che secondo l'ultimo sondaggio Swg per Agorà di Raitre ha portato alla coalizione di Silvio Berlusconi un + 1.3% in una settimana e ha 'tolto' a quella di Pierluigi Bersani un - 1.6%, con la prima ora data al 27.8% e la seconda al 32.8%.

Una forbice appena del 5%, nella quale si inserisce il Movimento 5 Stelle. Mentre i due principali schieramenti, infatti, guadagnano l'uno a spese dell'altro, la formazione politica di Grillo invece acquista punti da entrambi, in virtù della rabbia dei cittadini per lo scandalo MPS e per la grave situazione economica dell'Italia. "Dopo alcuni mesi di difficoltà, ormai da 7-10 giorni il Movimento Cinque Stelle sembra aver invertito con forza il trend. Ed è dato in crescita praticamente da tutti i sondaggisti, con una forchetta che va dal 12% al 18%", ha confermato a Il Corriere della Sera andrea Lenci, di Scenaripolitici.com.

Ma non solo. Secondo Lenci, infatti, nella rimonta del Movimento 5 Stelle c'è anche una nuova tendenza. Mentre in passato (nel 2012), infatti, "Grillo cresceva a spese di Pdl e Lega", oggi invece il centrodestra "ha ripreso vigore e sembra tenere i suoi nuovi livelli, intorno al 26%-28%", con il M5S che "sembra aver trovato un nuovo bacino di voti nel centrosinistra".

La formazione politica del comico ligure, dunque, starebbe crescendo a spese del Pd e dei suoi alleati, a causa del convolgimento del Partito Democratico nel caso Monte Paschi, attirando i delusi del centrosinistra. Un attacco in piena regola a Bersani e ai suoi, che Grillo e il M5S hanno portato ieri alle conseguenze estreme 'rubando' al Pd Piazza S. Giovanni, luogo simbolo della sinistra, per la tappa finale dello Tsunami Tour. Uno 'scippo' che i militanti grillini del Lazio hanno commentato così sul blog del M5S: "I signori del Pd sono arrivati dopo un po', con calma, e come hanno visto che eravamo primi noi hanno avuto un leggero mancamento".

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017