Excite

Grillo su Renzi: "Soffre di invidia penis. Vorrebbe essere come il M5S"

L'affondo è arrivato dalle pagine del suo blog, vero e prprio house organ del Movimento 5 Stelle: con il suo solito stile a metà tra la satira e l'invettiva politica, Beppe Grillo stavolta ha preso di mira Matteo Renzi. Più di una volta il rottamatore del Pd aveva snobbato il consenso cresente del Movimento, sostenendo che il Pd avrebbe potuto fare sue alcune battaglie di Grillo per neutralizzarlo senza troppi sforzi. Ora Grillo, nel pieno della campagna per le primarie del centrosinistra, ha restituito le attenzioni con gli interessi.

Grillo contro Renzi, l'opinione di Marco Travaglio: guarda il video

"Renzi soffre di invidia penis. Vorrebbe essere come il M5S, ma deve accontentarsi di essere del pdmenoelle. Un trauma": così Beppe Grillo, impegnato in questi giorni nella campagna elettorale per le regionali in Sicilia, lancia un velenoso attacco a Matteo Renzi dal suo blog. Il ritratto del sindaco di Firenze, accompagnato da un fotomontaggio ad hoc, è impietoso: "E' un ebetino inconsapevole, il compagno di banco che ti copia il compito ma non sa spiegarlo alla maestra, un succhiaruote della politica, un sindaco a zonzo, un aspirante dalemino, un vuoto con il buco intorno".

Renzi attacca Grillo: "E' un fenomeno che si spegne in due settimane"

Insieme agli epiteti derisori, Grillo lancia anche una serie di domande sulla campagna elettorale di Renzi: chi pagherà il camper "stile Air Force" con cui sta girando l'Italia? E le feste, gli incontri e le "convesci'on"? Qui sta la differenza con il Movimento 5 Stelle che, ribadisce Grillo, non prenderà rimborsi elettorali e dopo il voto del 2013 lascerà nelle casse dello Stato i milioni di euro che gli spetterebbero per legge. A differenza di Renzi che col sistema di finanziamento alla casta, lascia intendere il leader, sembra conviverci senza problemi.

Infine l'irriverente proposta a Renzi di convertirsi al grillismo, la parte meno seria del post di Grillo: "E' gggiovane e tanto a modino - ironizza Grillo - Se si comporta bene valuterò la sua iscrizione al M5S come attivista. Si sentirà meglio, si sentirà a casa con un vero programma che farà scendere il pdmenoelle al 2%. Tra una brutta copia e l'originale, sempre meglio l'originale".

La provocazione non viene raccolta nè da Renzi, nè il suo staff, che non commenta. Da parte sua, il rottamatore ha già dovuto parare un altro colpo, quello sferrato dai vertici del Pd: oggetto della protesta è la foto scattata ad Empoli mentre Renzi era ad un incontro al Palazzo delle Esposizioni e che ritrae un uomo con la maschera di Massimo D'Alema, disteso in terra sotto il camper di Matteo Renzi, come se fosse stato investito. "Nessuno degli organizzatori o del comitato era a conoscenza del gesto" che "condanniamo senza riserve", fanno sapere dal comitato.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017