Excite

Grillo vs Pd: interviene Renzi. E spunta un video del comico contro gli immigrati

  • Infophoto

Lo scontro tra Beppe Grillo e il Partito democratico ha arruolato un nuovo contendente: si tratta di Matteo Renzi, sindaco di Firenze e sfidante di Bersani alle primarie del centrosinistra (quelle che, al momento, nessuno sa se e quando si faranno). Il rottamatore del Pd è entrato a gamba tesa nella querelle che ormai da settimane vede coinvolti i vertici del suo partito e il fondatore del Movimento 5 Stelle, intervenendo direttamente dal palco alla Festa del Pd di Reggio Emilia, di cui è stato ospite applauditissimo.

"Bersani ha sbagliato a dargli del fascista" ha dichiarato Renzi in merito all'appellativo che il segretario ha usato per Grillo, aggiungendo che "basta fare tre cose per renderlo un fenomeno da baraccone". La ricetta di Renzi è quanto mai intuitiva ma, si sa, difficile a realizzarsi: dimezzare il numero dei parlamentari, eliminare i vitalizi e ridurre gli stipendi, anche quelli dei consiglieri regionali. Insomma, smantellare la Casta che tanto infiamma le piazze grilline.

Ma Grillo a passare per innocuo disturbatore non ci sta e risponde dal suo profilo Twitter, pubblicando una foto del sindaco di Firenze accompagnata dalla celebre citazione di Fortebraccio: "Hanno bussato alla porta e non c'era nessuno! Era Matteo Renzi". Sulla scia del botta e risposta interminabile degli ultimi giorni, Renzi non resta a guardare e intervistato dai cronisti durante l'inaugurazione di un asilo nido a Firenze, ribadisce la sua linea sul comico genovese: "Beppe Grillo è in crisi di visibilità. Si rende conto che via via che passano i giorni le sue promesse si sciolgono come neve al sole (...) da acuto utilizzatore dei media, deve tutti i giorni inventare qualcosa".

Un riferimento esplicito all'ultima sparata di Grillo, che dal suo blog ha denunciato un attacco mediatico nei suoi confronti volto ad eliminarlo fisicamente come negli anni del terrorismo. Per Renzi, si tratta solo dell'ennesimo tentativo del comico di farsi pubblicità, anche perchè, che sia vittima di una campagna di violenza mediatica, è quasi un paradosso: "Grillo che si lamenta dell'eccesso dei toni nella comunicazione è l'emblema della contraddizione in termini. Un signore che riempiva le piazze con 10.000 persone per insultare gli altri (i cosiddetti Vaffaday, ndr) come può oggi lamentarsi degli eccessi dell'altrui comunicazione?".

Grillo contro tutti: "Vogliono eliminarmi"

Intanto il clima da campagna elettorale si fa sentire e lo scontro si sposta su un terreno sempre più personale, dove le bigrafie dei singoli contendenti diventano armi per gli avversari. Proprio oggi è stato diffuso on line, dal blogger Daniele Sensi su L'Espresso, un video tratto dallo spettacolo di Beppe Grillo Incantesimi, in cui il leader invita i Carabinieri a non farsi scoprire quando usano la forza durante un arresto, puttosto spiega loro come menare i "marocchini rompicoglioni" senza farsi immortalare da telecamere. Un episodio che ha rilanciato l'ipotesi di un Grillo xenofobo e razzista, anche alla luce di alcune dichiarazioni pubbliche del comico in cui si diceva non favorevole a provvedimenti come la concessione della cittadinanza italiana ai figli di immigrati nati in Italia.

Beppe Grillo contro gli immigrati: guarda il video del suo spettacolo

I grillini sono insorti sostenendo che si tratta di uno stralcio decontestualizzato, Grillo ha pubblicato lo show integrale, ma ormai la frittata è fatta e Renzi non si è fatto sfuggire l'occasione per sottolineare questo ed altri episodi discutibili che vedono protagonista il comico: "Quando Grillo parla di mafia che non esiste, di Aids che non é un problema, o come vedo in un video che sta girando in queste ore sul web e che mi lascia sconvolto, che spiega ai carabinieri come picchiare gli immigrati di nascosto, dimostra la sua totale incapacità di essere una persona civile prima ancora che un leader politico". In attesa del prossimo round.

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017