Excite

Guantanamo, la Camera Usa blocca la sua chiusura

Nel 2011 era prevista la chiusura del carcere di massima sicurezza di Guantanamo. Almeno era questo ciò che si auspicava il presidente Usa Barack Obama. Ma ieri la Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti ha approvato un provvedimento che di fatto ne ha bloccato la chiusura. Una delle politiche più fortemente volute da Obama, dunque, ha subito un duro colpo.

Un paragrafo del provvedimento approvato dalla Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti vieta l'utilizzo di fondi pubblici per il trasferimento sul suolo americano dei 174 sospettati di terrorismo attualmente reclusi nel centro di detenzione allestito all'interno della base americana di Guantanamo Bay, a Cuba. La norma impedisce il trasferimento dei prigionieri negli Stati Uniti vietando all'amministrazione di spendere denaro a questo scopo.

Il progetto di legge finanziaria per il 2011 è stato approvato alla Camera con 212 voti contro 206 e proprio un paragrafo del testo 'proibisce l'utilizzo di fondi per trasferire o liberare sul suolo americano Khaled Sheikh Mohammed e qualunque altro prigioniero di Guantanamo'. Khaled Sheikh Mohammed è la mente degli attacchi dell'11 settembre, secondo sua stessa ammissione. Così il carcere non verrà chiuso come fortemente voluto da Obama. Ora toccherà al Senato la decisione definitiva.

 (foto © LaPresse)

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016