Excite

Guerra in Libia, ucciso il figlio di Gheddafi

Il figlio del Colonello Muammar Gheddafi, Saif al-Arab, 29 anni, è morto. La notizia della sua uccisione è stata confermata. Il figlio del raìs è stato colpito a morte nel bunker di famiglia durante un bombardamento della Nato. Secondo quanto annunciato dalla televisione di Stato libica, i funerali di Saif al-Arab Gheddafi si svolgeranno oggi.

Sembra che nel raid della Nato siano rimasti uccisi anche i tre nipotini di Gheddafi, Saif di 2 anni, Carthage di 3 anni e Mastoura di 4 mesi. Un comunicato ufficiale ha fatto sapere: 'Le vittime dell'aggressione della coalizione dei crociati contro la casa della Guida (Muammar Gheddafi) saranno sepolte lunedi dopo la preghiera di mezzogiorno nel Cimitero dei martiri di Al-Hani a Tripoli'.

A quanto pare, nel bunker in cui si trovava Saif al-Arab, con la propria famiglia, c'era anche il leader libico, che però è riuscito a fuggire qualche istante prima del bombardamento. La conferma che uno dei corpi rimasti uccisi nel bombardamento dell'altro ieri a Tripoli è proprio quello del figlio 29enne del Colonello, è arrivata anche da monsignor Giovanni Martinelli, vescovo apostolico di Tripoli. Ai microfoni di Sky Tg24 monsignor Martinelli ha fatto sapere che quello mostrato dalla tv di Stato è effettivamente il cadavere di Saif Gheddafi.

Dopo il raid la Nato ha assicurato che le sue incursioni non hanno come obiettivo l'eliminazione di persone fisiche. Attraverso un comunicato ha fatto sapere: 'La Nato ha proseguito i suoi raid contro gli impianti militari del regime di Gheddafi a Tripoli, tra cui alcune su un noto edificio di comando e controllo nel settore di Bab Al-Aziziya, poco dopo le 18 gmt di sabato sera'.

E ancora: 'Il generale Charles Bouchard, comandante dell'operazione 'Unified protector', si è detto al corrente di informazioni non confermate dei mass media secondo le quali alcuni membri della famiglia Gheddafi potrebbero essere stati uccisi. Ci rammarichiamo di ogni perdita di vita umana, particolarmente quella di civili innocenti. Tuttavia tutti gli obiettivi della Nato sono di natura militare e chiaramente legati agli attacchi sistematici del regime di Gheddafi contro la popolazione libica e le zone popolate. Non prendiamo di mira le persone'.

Secondo quanto riferito da testimoni sul posto, nuove esplosioni sono state avvertite ieri sera a Tripoli mentre alcuni aerei stavano sorvolando la città. A quanto pare i boati provenivano dalla zona est.

Foto: blog.panorama.it

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016