Excite

Guerra Libia, il comando passa alla Nato

A partire da giovedì mattina il comando delle operazioni in Libia passerà alla Nato. A renderlo noto la portavoce dell'Alleanza Atlantica. La Nato assumerà così il controllo delle operazioni militari in Libia decise dall'Onu con la risoluzione 1973 del 17 marzo.

Tutte le notizie sulla Libia

I video della Guerra in Libia

Il generale di divisione dell'Aeronautica militare canadese Charles Bouchard ha spiegato che la Nato farà rispettare 'in modo imparziale' il mandato Onu di 'proteggere e aiutare' la popolazione civile in Libia. Il generale Bouchard ha affermato: 'Il nostro obiettivo è aiutare e proteggere i civili dagli attacchi'.

Nel frattempo, da domenica, gli aerei della Nato fanno rispettare l'interdizioni di voli sulla Libia. Intanto proseguono gli attacchi delle forze pro-Gheddafi. Teatro degli scontri Misurata. Nel tentativo di respingere gli attacchi delle forze pro-Gheddafi i rivoltosi hanno dato vita a una battaglia che sarebbe ancora in corso.

A Londra si sta svolgendo un vertice per affrontare lo stato di crisi nel Paese nordafricano. Presenti oltre quaranta ministri degli Esteri. Tra le figure chiave presenti al summit ci sono il segretario generale delle Nazioni Unite Ban Ki-Moon, il segretario di Stato americano Hillary Clinton, il segretario generale della Nato Anders Fogh Rasmussen, il segretario generale dell'Organizzazione della Conferenza Islamica Ekmeleddin Ihsanoglu e il primo ministro del Qatar Sheikh Hamad Bin Jabr Al Thani Jissim Bin.

Al vertice partecipano anche il capo della diplomazia europea Catherine Ashton e l'inviato Onu in Libia Mohammed Abdelilah Al Khatib. A rappresentare la Lega Araba l'ambasciatore Hesham Youssef. Mentre tra i ministri degli Esteri al centro delle operazioni della coalizione internazionale in Libia ci sono il francese Alain Juppè, il tedesco Guido Westerwelle e il titolare della Farnesina Franco Frattini.

Per quanto riguarda le operazioni 'Odyssey Dawn' quello di oggi è l'undicesimo giorno. La battaglia di Sirte risulta essere lo snodo decisivo. I ribelli dicono di averla riconquistata, con l'intera zona petrolifera in Cirenaica, e di puntare verso Tripoli. I lealisti, invece, sostengono di aver fermato l'avanzata degli insorti all'uscita da Ben Jawad. E, a quanto pare, tale versione è stata confermata dalla France Presse e da Al Jazeera.

I ribelli prendono il controllo di Ajdabiyah

 (foto © LaPresse)

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016