Excite

Guerra Libia, Gheddafi avvistato vicino al confine con Niger e Ciad

  • LaPresse

Ieri si era parlato di una possibile presenza del Colonnello Muammar Gheddafi in Niger (leggi la notizia), ma secondo le ultime informazioni delle unità speciali il rais sarebbe stato avvistato nel sud della Libia, verso il confine con il Niger e il Ciad. Lo Spiegel, citando Hisham Buhagiar, capo delle unità speciali libiche, ha oggi scritto che Gheddafi si sarebbe fermato tre giorni fa nei pressi del villaggio di Ghwat, 300 chilometri a nord del confine con il Niger.

La guerra in Libia: leggi tutti gli aggiornamenti

Sono diverse le testimonianze secondo le quali il Colonnello sarebbe in fuga verso sud, per raggiungere il Niger o il Ciad, ma secondo quanto fatto sapere dal portavoce del rais, Moussa Ibrahim, Gheddafi non ha lasciato il Paese. Ibrahim ha detto: 'Il nostro leader è ancora in Libia. E' in buona salute e il suo morale è alto'.

Ci sono poi le parole di una fonte dei ribelli, che oggi all'Ansa ha detto che Gheddafi si nasconde in Libia, nel sud del Paese, e sta inviando oro all'estero per organizzare un'armata di mercenari con cui tentare una controffensiva. La fonte ha detto: 'Gheddafi è ancora in Libia, si nasconde nel sud, desertico e in gran parte inaccessibile. I convogli che avrebbero passato il confine trasportano sicuramente oro e pietre preziose. Con questo tesoro il rais pensa di poter organizzare un esercito di mercenari, del Ciad come del Mali, per poter lanciare una controffensiva. Abbiamo sempre detto che è pazzo'. Aggiungendo: 'E' noto a tutti che prima della caduta di Tripoli Gheddafi ha fatto ritirare banconote con cui ha comprato oro, diamanti, preziosi e obbligazioni. Ci sono poi gli interessi economici che ha nei Paesi occidentali, Italia compresa, temiamo abbia messo in piedi società di facciata per continuare a gestire queste enormi somme. La guerrà finirà quando lo prenderemo'.

Nel frattempo i ribelli libici stanno aspettando il via libera da parte del Consiglio nazionale transitorio (Cnt) di Bengasi per entrare a Bani Walid, una delle ultime roccaforti dei lealisti del Colonnello. Il capo negoziatore delle milizie ribelli libiche, Abdullah Kenshil, ha fatto sapere: 'Stiamo solo aspettando l'ordine di entrare a Bani Walid'. Anche se ieri è stato raggiunto un accordo per una resa pacifica della città, ci sono alcuni dubbi sul fatto che sarà possibile entrare a Bani Walid senza combattere.

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016