Excite

Hosni Mubarak e figli arrestati per 15 giorni

Era appena tornato a parlare in pubblico (leggi la notizia) dopo la caduta dello scorso 11 febbraio in seguito alla pressione popolare sul regime (leggi la notizia) e ora l'ex presidente egiziano Hosni Mubarak è stato posto in custodia cautelare per 15 giorni. La stessa misura è stata attuata nei confronti dei due figli Alaa e Gamal Mubarak.

Esigenze investigative in pendenza dell'inchiesta sulla repressione delle proteste di massa dello scorso gennaio e febbraio a Il Cairo hanno motivato il provvedimento a carico della famiglia Mubarak. L'ex presidente e i suoi due figli sono stati interrogati ieri dal capo per il governatorato egiziano del Sinai del Sud, Abdullah al-Shazli. L'interrogatorio è stato condotto per accertare eventuali responsabilità dirette nella dura repressione delle proteste iniziate il 25 gennaio scorso in piazza Tahrir e culminate l'11 febbraio con la caduta del regime.

Alcune immagini della rivolta civile scoppiata in Egitto

La notizia della misura cautelare disposta nei confronti di Mubarak e figli è stata data dalla Procura. Secondo quanto rivelato da fonti riservate delle forze di sicurezza, i due figli dell'ex presidente egiziano sono stati trasferiti nel penitenziario di Tora, a Il Cairo. Mentre Mubarak, che per la prima volta dopo la caduta ieri ha lasciato la residenza di Sharm el-Sheikh, è stato portato in un commissariato. Durante l'interrogatorio si è sentito male, i medici gli hanno diagnosticato un attacco cardiaco, e così è stato ricoverato a Sharm. Il direttore dell'ospedale dove è stato ricoverato, Mohammed Fathallah, ha fatto sapere che le condizioni di Mubarak sono buone. Ancora non è chiaro dove avrà luogo la detenzione dell'ex presidente egiziano.

 (foto © LaPresse)

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016