Excite

Hosni Mubarak torna a parlare e si difende

C'era chi lo dava in coma (leggi la notizia), ma l'ex presidente egiziano Hosni Mubarak è ora tornato a parlare. Si tratta del suo primo intervento pubblico dopo la caduta dello scorso 11 febbraio in seguito alla pressione popolare sul regime (leggi la notizia).

Alcune immagini della rivolta civile scoppiata in Egitto

Attraverso un messaggio audio diffuso da Al Arabiya, Mubarak ha difeso se stesso e la sua famiglia dall'accusa di aver accumulato ricchezze oltre confine. L'ex rais egiziano ha smentito che lui o la sua famiglia abbiano conti e beni immobiliari all'estero. E lo ha fatto proprio quando le nuove autorità egiziane hanno annunciato la creazione di una commissione d'inchiesta sui suoi averi e su quelli dei familiari.

Nel messaggio Mubarak si è dichiarato disposto a favorire qualunque iniziativa venga adottata per portare alla luce eventuali conti bancari o sue proprietà all'estero e si è definito vittima di una 'campagna ingiusta'. L'ex presidente egiziano ha detto: 'Sono rimasto in silenzio per dare modo al procuratore generale di avere informazioni che non possiedo nessun fondo monetario o immobiliare all'estero'. Mubarak ha poi sottolineato che i suoi due figli, Gamal e Alla, 'non hanno sfruttato il potere per fare dei guadagni in modo illegale'.

L'ex presidente egiziano ha poi detto di riservarsi ogni possibile azione legale contro chiunque voglia attaccare la sua reputazione e quella della sua famiglia. Nel suo intervento Mubarak ha affermato: 'Ho lasciato il mio incarico di presidente facendo prevalere l'interesse della patria e del popolo. Ho servito la patria con onestà e non posso rimanere in silenzio davanti alla campagna di diffamazione contro la reputazione mia e della mia famiglia. Ho molto sofferto a causa di campagne ingiuste e per le insinuazioni menzognere che cercano di colpire la mia reputazione e la mia integrità, la mia posizione, la mia storia militare e politica'.

Le parole dell'ex rais egiziano arrivano in un momento in cui in Egitto si registrano nuovi scontri. Il Paese, infatti, sembra lontano dall'equilibrio e dalla stabilità. Nella notte tra venerdi e sabato in piazza Tahrir, al Cairo, un migliaio di manifestanti sono tornati a far sentire la propria voce. Ne sono seguiti scontri con le forze dell'ordine.

 (foto © LaPresse)

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016