Excite

I 5 punti del pacchetto sicurezza Maroni

È composto da 5 punti il pacchetto sicurezza messo a punto dal ministro dell'Interno, Roberto Maroni, esaminato ieri a Palazzo Chigi con gli altri ministri coinvolti. "Il primo punto - ha spiegato Maroni - sarà il contrasto all'immigrazione clandestina; poi ci sarà la gestione dei con i paesi comunitari, Romania in testa, sulla base della direttiva Ue che prevede rimpatri dei cittadini comunitari che non hanno reddito o delinquono; il terzo punto riguarda la definizione del ruolo delle comunità locali nella prevenzione e contrasto della criminalità; ci saranno quindi le sanzioni penali, con l'individuazione di nuovi reati; infine ci saranno norme per la lotta alla ". "Entro venerdì conto di portare l'articolato all'attenzione del presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi".

"Il mio compito - ha proseguito il ministro - è sostenere una linea molto vigorosa sulla sicurezza, tenendo conto anche dei contributi critici che stanno arrivando in questi giorni. Il principio è garantire la massima sicurezza ai cittadini, prevenire e combattere in modo rigoroso l'immigrazione clandestina e affermare il principio di legalità». La normativa, ha assicurato, "avrà un'adeguata copertura finanziaria". Su questo tema, ha sottolineato Maroni, "ci possono essere sensibilità diverse, ho letto apprezzamenti e critiche. Se le critiche non sono ideologiche, sono il primo a sollecitarle, perciò voglio incontrare tutti coloro che me lo chiederanno".

Oggi in Transatlantico Maroni ha poi rassicurato sul coinvolgimento del Presidente Napolitano: "Non ci sono problemi perchè anche il disegno di legge avrà corsia preferenziale. In ogni caso, dobbiamo ancora decidere cosa andrà nel decreto e cosa no. Vedremo anche il Presidente della Repubblica e sentiremo cosa secondo lui ha carattere di necessità e urgenza e cosa no".

Sempre nell'ottica della lotta all'emergenza rom, ieri Maroni, al termine di un incontro con il sindaco di Milano Letizia Moratti, ha dichiarato che nominerà il prefetto di Milano commissario straordinario per l'emergenza rom nel capoluogo lombardo. La nomina che avverrà "entro la settimana", era prevista dal Patto per la sicurezza siglato dall'ex ministro dell'Interno Giuliano Amato ma non si è mai concretizzato. Letizia Moratti ha accolto "con sollievo" la decisione di Maroni di dare seguito all'intesa stipulata tra il Viminale e l'amministrazione milanese.

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016