Excite

Le possibili sanzioni per il ministro della Difesa Ignazio La Russa

Sanzione in vista per il ministro della Difesa Ignazio La Russa dopo quanto accaduto nell'Aula della Camera nel pomeriggio di mercoledì (il video). Sarà l'Ufficio di presidenza di Montecitorio a decidere martedì se e quale sanzione dovrà essere applicata al ministro.

I video sul processo breve e il caos di questi giorni

Come si legge su La Stampa, La Russa si è così giustificato: 'Mi spiace per quello che è successo, ma Fini sa che non l'ho insultato e gliel'ho anche detto ieri, anche se doveva essere una telefonata privata e me la sono trovata sulle agenzie. Se avessi voluto insultare Fini avrei avuto altre occasioni per farlo anche in questi 30 anni. Quello che è successo è stato strumentalizzato anche in Aula'.

A regolare le sanzioni, che vanno dalla censura all'interdizione dei lavori d'Aula, c'è l'articolo 60 del regolamento che, tuttavia, non prende in considerazione il caso dei ministri-deputati. La questione, dunque, è piuttosto complicata.

Nel frattempo l'opposizione ha espresso ferma condanna nei confronti del ministro e ha detto che meriterebbe il divieto di voto in Aula. Il Pdl, invece, ha affermato che, non essendoci una norma specifica sulla questione, in base al regolamento attuale la sanzione massima può essere la censura.

Non esistono precedenti relativi a sanzioni irrogate nei confronti di ministri per comportamenti tenuti in Aula e, al momento, non esiste una norma specifica sulla questione. Una lacuna che il presidente della Camera Gianfranco Fini intende colmare. Fini, infatti, ha dato mandato a due deputati di preparare proposte di modifica al regolamento per capire cosa fare in futuro quando tocca discutere sanzioni per un ministro. Nel frattempo La Russa verrà valutato in base al regolamento attuale.

 (foto © LaPresse)

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016