Excite

Ignazio Marino alla Festa dell’Unità di Roma: "Destra nelle fogne, Alemanno chiamò per raccomandazioni"

  • Youtube

Hanno subito sollevato un polverone le parole riservate da Ignazio Marino ai suoi predecessori al Campidoglio, invitati a “tornare nelle fogne come rappresentanti di una destra “che non ha vergogna” e poco legittimati “a dare lezione di democrazia” agli attuali amministratori di Roma.

Conti a rischio, Roma nel caos per il “buco di 360 milioni” rilevati dal Tesoro

Il primo cittadino della Capitale, intervenuto dal palco della Festa dell’Unità 2015, ha chiamato in causa direttamente l’ex sindaco della Capitale Gianni Alemanno, accusandolo di tentativi più o meno maldestri di dialogo con la giunta di centrosinistra nella speranza di poter trattare su raccomandazioni per il rinnovo dei consigli di amministrazione dopo le elezioni.

“Mi telefonò per segnalare due nomi” sostiene Marino riferendosi al dirigente nazionale di Fratelli d’Italia coinvolto insieme ad altri esponenti della destra laziale nello scandalo "Mafia Capitale", precisando di aver rifiutato la proposta perché “ora non c’è più quel Pd a cui Alemanno era abituato”.

(L’intervento di Marino alla Festa dell’Unità di Roma: “Destra nelle fogne”, video)

Benzina sul già abbondante fuoco delle polemiche, in una fase assai delicata del dibattito politico locale e con un assedio alle istituzioni cittadine da parte dell’opinione pubblica destinato probabilmente a crescere d’intensità in caso di nuovi sviluppi delle indagini sulla corruzione all’ombra dei “palazzi del potere” capitolini.

Se l’invito (riferito ai politici della destra) “tornino nelle fogne da dove sono venuti” salutato con una lunga ovazione dalla platea della Festa dell’Unità 2015 ha fatto da perno al discorso di Ignazio Marino di fronte al “popolo del Pd” di Roma, la promessa di governare “fino al 2023” senza fare “un passo indietro di un millimetro” ha chiarito una volta per tutte le intenzioni del sindaco in merito all’immediato futuro della giunta.

Dentro il Partito Democratico, tuttavia, il fronte pro-Marino risulta al momento tutt’altro che monolitico, alla luce delle ultime “frecciate” di Matteo Renzi e colleghi di maggioranza sulle prospettive dell’amministrazione capitolina, sempre meno al riparo da fibrillazioni legate alle indagini in corso per Mafia Capitale.

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017