Excite

Ignazio Marino bacchetta Papa Francesco: 'Avrei usato altre parole'. Viaggio negli Usa 'pagato da Università'

  • Getty Images

Il sindaco di Roma Ignazio Marino non si tira indietro di fronte all’escalation di polemiche seguenti al viaggio negli Usa e replica, non senza una punta di amarezza, alla secca smentita di Papa Francesco in merito al presunto invito a Philadelphia per il sindaco di Roma da parte dell’entourage del Pontefice.

Viaggi all'estero del sindaco di Roma Capitale, i 5 stelle chiedono un'inchiesta

“Io avrei usato un’altra frase, magari dicendo che non era quello lo scopo della conferenza stampa” ha puntualizzato il primo cittadino della Capitale commentando la battuta pronunciata qualche giorno fa sull’aereo da Jorge Mario Bergoglio in risposta alla domanda di un giornalista “ha invitato Lei Marino?”.

Acqua, o forse benzina, sul fuoco dei non proprio sereni rapporti tra Campidoglio e Vaticano: le parole scelte da Ignazio Marino per controbattere alle bacchettate (indirette) di Papa Francesco suonano come una sorta di sfida al Pontefice in qualche modo ispirata dalle altrettanto severe frasi sfuggite a Monsignor Paglia nella telefonata col finto Renzi registrata da “La Zanzara”.

(L'ex sindaco Rutelli ironizza sui viaggi di Marino: "Che fatica seguire il Papa")

Il clima, in vista dell’atteso appuntamento col Giubileo, non poteva essere più teso, anche perché sul conto della giunta a guida Pd pendono problemi di bilancio e vicende giudiziarie dall’esito tutt’altro che scontato, proprio alla vigilia dell’Anno Santo che porterà nella Capitale migliaia di pellegrini e turisti provenienti da ogni parte del mondo.

Quanto al merito della polemica sui costi del recente viaggio in terra americana, lo stesso sindaco ha precisato di aver sollevato il Comune da qualsiasi tipo di spesa grazie al contributo offerto dalla Temple University, fatte salve le voci relative alla trasferta del capo del cerimoniale e di un ambasciatore, “come avviene in qualsiasi altra città.

Pur ammettendo di “non conoscere il conto della missione negli Usa, Ignazio Marino ha poi aggiunto che l’amministrazione di Philadelphia aveva anche “messo a disposizione un’auto per gli spostamenti personali” del primo cittadino di Roma facendosi carico interamente dei relativi costi nei giorni “incriminati”.

Pubblicato da Marco Franco - Profilo Google+ - Leggi più articoli di Marco Franco

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017