Excite

Ignazio Marino indagato a Roma per peculato, truffa ai danni dello Stato e concorso in falso

  • Twitter @ilgiornale

Un giorno dopo il ritiro delle dimissioni del sindaco della Capitale, arriva la conferma delle indiscrezioni trapelate sui giornali e in rete nelle ultime ore sulle inchieste della magistratura nei confronti di Ignazio Marino: il chirurgo genovese è indagato per peculato e le contestazioni degli inquirenti vanno dal reato di truffa ai danni dello Stato al concorso in falso.

Il sindaco Marino non si dimette e scatta la guerra dentro il Pd romano

Pesante tegola, quella arrivata oggi sulla testa del capo della giunta di Roma fresco di ritorno in sella al Campidoglio, alla quale potrebbe far seguito la formalizzazione della sfiducia da parte del 19 eletti del Pd in Consiglio con addio all’incarico in blocco del gruppo di maggioranza relativa e probabile scioglimento dell’assemblea cittadina grazie ad altri sei voti in arrivo dall’opposizione.

Ignazio Marino è adesso ufficialmente indagato dalla magistratura per lo scandalo delle note spese del Comune ma anche per la vicenda nota ai cronisti come Image Onlus che lo vedrebbe protagonista di presunti illeciti in ambito professionale per aiuti sanitari all’estero (Honduras e Congo) risalenti a 10 anni fa stando a quanto rivelato dal "Corriere della Sera" oggi in esclusiva.

(Marino ci ripensa, dimissioni ritirate: consiglieri Pd verso la sfiducia al sindaco)

Commentando la notizia dell’iscrizione nel registro degli indagati della Procura della Repubblica, l’avvocato del sindaco in carica della Capitale Enzo Fusco ha liquidato come “previsto” l’atto notificato al suo assistito, senza aggiungere considerazioni di merito sull'inchiesta avviata da Giuseppe Pignatone e colleghi.

Per quanto riguarda l’inchiesta sulle “spese pazze” di rappresentanza e gli scontrini delle cene private messe (secondo l’accusa) sul conto dell’ente locale, la data della comunicazione dell’avviso di garanzia al diretto interessato dovrebbe risalire, se le indiscrezioni di "Repubblica" si rivelassero fondate, al 28 ottobre scorso, proprio la vigilia del passo indietro sull’addio al Campidoglio di Marino.

Unica dichiarazione rilasciata ai giornalisti dal sindaco in merito a queste spinose vicende giudiziarie finite agli onori delle cronache, la sibillina frase “vi parlo assolutamente con molta tranquillità ma lo farò una volta sola dall’Auditorium così stiamo tutti insieme”.

Pubblicato da Marco Franco - Profilo Google+ - Leggi più articoli di Marco Franco

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2017