Excite

Il caso Sepe, l'avvocato: 'Nulla di penalmente rilevante'

Il cardinale Crescenzio Sepe è accusato dai pm di corruzione aggravata nell'ambito dell'inchiesta sui Grandi Appalti, secondo i pm di Perugia, tuttavia, nella contestazione 'non vi è nulla di penalmente rilevante nei comportamenti del cardinale Sepe'.

L'avvocato dell'Arcivescovo di Napoli, Bruno Von Arx, ha detto: 'Ho accettato l'incarico, ma sarà una difesa molto poco impegnativa: dalla ricostruzione dei fatti che risulta negli atti stessi, non c'è assolutamente nulla di penalmente rilevante nei comportamenti del cardinale'.

Il legale ha poi aggiunto: 'Aspettiamo di vedere ufficialmente il contesto dettagliato delle cose perché ci muoviamo al buio anche noi, ma gli episodi contestati al cardinale sono fatti assolutamente trasparenti e non penalmente rilevanti. Si tratta di episodi avvenuti a Roma nel 2005. Qualsiasi Procura può serenamente valutare l'inconsistenza dei fatti'.

Come si legge sulla Stampa, durante una conferenza stampa tenutasi a Napoli, il cardinal Sepe ha spiegato: 'L'esigenza di una casa per Bertolaso mi venne rappresentata dal dottore Francesco Silvano. In prima istanza, gli feci avere ospitalità presso il seminario, ma mi furono rappresentati problemi di inconciliabilità degli orari, per cui incaricai lo stesso dottor Silvano di trovare altra soluzione. Soluzione di cui non mi sono più occupato nè sono venuto a conoscenza sia in ordine alla ubicazione sia in ordine alle intese e alle modalità. Come è stato scritto sui giornali Bertolaso aveva bisogno di vivere in un ambiente più sereno poiché aveva qualche difficoltà'.

Le accuse mosse nei confronti del cardinale Sepe riguardano la vendita di alcuni palazzi e la ristrutturazione di Propaganda Fide in cambio di favori da parte di quella che è stata rinominata 'cricca'.

 (foto © LaPresse)

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016