Excite

Il Dalai Lama va in pensione senza successore

Il Dalai Lama è una delle autorità religiose più importanti al mondo. L'ultimo rappresentante del Buddismo tibetano è Tenzin Gyatso, 76enne, che ha dichiarato di volersi ritirare dal suo ruolo e andare in pensione entro sei mesi.

La quattordicesima reincarnazione di Buddha ha espresso la sua volontà durante una trasmissione televisiva: 'Credo che mi ritirerò entro sei mesi. La mia posizione è già adesso di quasi pensionato, così ho pensato che mi sentirei meglio se non fossi più coinvolto in alcun modo in queste attività'. L'esigenza di tornare in Tibet e trascorrere lì la sua vecchiaia potrebbe essere collegata all'insistente opposizione cinese, che non lascia la libertà di culto.

Inoltre, le istruzioni di Pechino hanno stabilito, nel 1995, di dover essere le uniche a decidere i futuri leader spirituali, per questo con amarezza il Premio Nobel per la pace, che nel 1989 fu insignito di tale onorificenza per la resistenza non violenta contro la Cina, ha aggiunto: 'Potrebbe non essere necessaria una mia reincarnazione in un 15esimo Dalai Lama, ma penso che se io dovessi morire entro pochi anni è probabile che la maggior parte delle gente, compresi i Mongoli e le popolazioni buddiste dell'Himalaya vorrebbero mantenere questa istituzione'.

In realtà lui aveva già disegnato un suo successore, un bambino le cui sorti restano un mistero, mentre le autorità cinesi hanno già pronto e preparato il dopo Gyatso, il quale qualche tempo non disdegnava l'idea che dopo di lui ci potesse essere una donna. Infatti, è prevista una sua reincarnazione in un corpo femminile.

.

 (foto © LaPresse)

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016