Excite

Il discorso di Fini a Mirabello scontenta tutti

Chi si aspettava una decisiva presa di posizione da parte del Presidente della Camera Gianfranco Fini è sicuramente rimasto deluso dal discorso che ha tenuto ieri a Mirabello.

Guarda il video del discorso di Gianfranco Fini a Mirabello

Guarda le foto di Gianfranco Fini a Mirabello

Fini non ha infatti parlato esplicitamente di dimissioni ma ha invitato i suoi ad andare avanti pur contestando sostanzialmente tutto l'operato del Governo e scatenando in questo modo le reazioni della classe politica italiana che ora si interroga sul da farsi.

Fini contro Feltri

Tra i primi a commentare Ignazio La Russa che ha obiettato a Fini il fatto che gli ex An hanno cambiato bandiera e forse la cambieranno ancora: 'non sono i colonnelli che hanno cambiato bandiera. Con grande tristezza i colonnelli vedono che il nostro generale ha cambiato bandiera e che forse è pronto a cambiarla ancora'.

Per Maurizio Gasparri, 'Fini ha fatto un frullatore e su alcuni temi molto delicati deve dare risposte. Ha proposto un codice etico, ma allora bisogna anche rispondere a delle domande che vengono poste'; l'ex An ha aggiunto che 'noi siamo coerenti sui contenuti e abbiamo un progetto politico, quello di un grande partito di centrodestra. Lui lo ha abbandonato da tempo, con continue giravolte. E comunque meglio i colonnelli che i cognati'.

Per conto di Silvio Berlusconi ha parlato, pur senza dichiararlo esplicitamente, Sandro Bondi secondo cui 'le elezioni anticipate secondo lo spirito del discorso di Gianfranco Fini a Mirabello teoricamente sarebbero più vicine. Il suo discorso è stato di divisione, di rottura e di polemica distruttiva in linea con il suo atteggiamento da due anni a questa parte' aggiungendo che 'Fini avrebbe potuto condurre all'interno del Pdl un dissenso costruttivo e sapiente. Non ne ha avuto le capacità oltre che la volontà. Allo stesso modo sarebbe possibile teoricamente un patto tra soggetti diversi, ma temo che anche riguardo a questa possibilità Fini non possegga le doti politiche per gestire una partita così complessa'.

Per il portavoce del Pdl Daniele Capezzone Fini ha tenuto 'un discorso deludente. Nessuna spiegazione convincente sulle vicende che lo riguardano; antiberlusconismo costante e quasi ossessivo; insulti e offese contro il Pdl e contro la stampa che a Fini non piace'.

Il capogruppo del Pdl Fabrizio Cicchitto ha invece dichiarato: 'verificheremo su 5 punti programmatici se c'é una maggioranza ma intanto Fini dovrà riflettere sulla congruità di essere leader di una formazione politica con il suo ruolo di presidente della Camera'.

Per quel che riguarda l'opposizione, secondo Pierluigi Bersani 'è arrivato il momento di smetterla con il gioco del cerino perche' ci sono problemi seri di cui la politica non riesce a parlare e il paese non può subire tracheggiamenti'.

Tra il serio e il faceto Antonio Di Pietro invita Fini a 'non giocare a fare il furbo'. O stai all'opposizione o al governo. Hai fatto un discorso che faccio io tutti i giorni, sul conflitto di interessi, su tutta l'accozzaglia 'stranamore' che circonda Berlusconi. E quindi? resti in maggioranza e approvi i cinque punti. Non fare il furbo, fai una scelta'.

(foto @LaPresse)

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016