Excite

Il Partito Sardo d'Azione approva ODG su permanenza in Italia della Sardegna

  • Facebook.com - lapadania.com

Chissà come avrebbe reagito Emilio Lussu nel vedere il suo "Partidu Sardu" in prima pagina sulla Padania. Non lo sapremo mai. Ciò che invece possiamo spiegare è il perchè dell'endorsement leghista nei confronti del PSd'Az.

In uno storico consiglio regionale tenutosi ieri, la Sardegna ha per la prima volta sottoposto a verifica le ragioni della permanenza dell'Isola nello Stato italiano. Si tratta di qualcosa di ancora lontano dal titolone della Padania ma le conseguenze del gesto sono tutte da definire.

Giacomo Sanna, capogruppo del Partito Sardo d'Azione in Consiglio regionale della Sardegna e primo firmatario dell'ordine del giorno approvato ieri, ha spiegato: "Per la prima volta nella storia italiana una Regione sottoporrà a verifica le ragioni della permanenza nello Stato, il fisco, il sistema dei diritti e dei doveri, gli obblighi di sussidiarietà e leale collaborazione tra istituzioni. In altre parole: le ragioni dello stare insieme".

Il documento presentato dal Partito sardo d'azione è stato sottoscritto anche da Sel, Udc, Fli, Idv, Api. Ha votato a favore una parte del Pdl e contro tutto il Pd e i Riformatori.

L'ordine del giorno, unico nella storia dell'Autonomia speciale della Sardegna, prevede che "Il Consiglio regionale, preso atto delle ripetute violazioni dei principi di sussidiarietà e di leale collaborazione da parte del Governo e dello Stato italiano nei confronti della Regione Sardegna, delibera di avviare una sessione speciale di lavori, aperta ai rappresentanti della società sarda, per la verifica dei rapporti di lealtà istituzionale, sociale e civile con lo Stato, che dovrebbero essere a fondamento della presenza e della permanenza della regione Sardegna nella repubblica italiana".

"La verifica sarà fatta in modo pacifico e legale e senza esiti precostituiti. Per la prima volta la Sardegna giudicherà l'Italia, senza separatismi, senza eversione - si legge nel sito del Partito sardo d'azione - ma solo ponendo sul piatto una questione semplice: stare in uno Stato comporta la vigenza di un patto equilibrato e giusto, quale oggi questo patto non è".

"Noi parliamo sempre con lingua diritta. Mai con lingua biforcuta. Non siamo strumentali, non siamo equivoci, non siamo indecisi e neppure confusi". Ha aggiunto il consigliere regionale della Sardegna Luciano Uras (Misto-Sel) - "Quindi abbiamo sottoscritto, sostenuto e votato l'Ordine del Giorno sull'avvio di una speciale sessione di lavori sulla verifica dei rapporti di lealtà istituzionale tra lo Stato e la Regione. Questo perchè riteniamo che la Sardegna sia parte fondamentale della Repubblica, sempre, nelle circostanze più tristi come quelle recenti del rapimento di Rossella Urru, cooperante sarda, e del sacrificio dei nostri giovani in terra straniera in 'missione di pacè. Se di pace si può parlare" [...] "La Sardegna è terra della Repubblica - prosegue Uras - quando subisce la presenza invasiva dei poligoni militari e delle relative servitù e anche, riteniamo, quando chiede l'immediata applicazione del nuovo regime di entrate stabilito con legge approvata ormai da 5 anni dal Parlamento. Altro che annuncio di secessione. Si tratta di sottolineare un colpevole comportamento di abbandono del Governo, che non rispetta le leggi dello Stato ritardando gli adempimenti attuativi delle nuove disposizioni finanziarie dello Statuto Speciale".

"Incomprensibile - prosegue l'esponente di Sel - appare l'atteggiamento di alcuni esponenti del Pd , che in tempi non tanto lontani hanno cavalcato e scavalcato i temi del sardismo, dell'orgoglio nazionale, della sovranità responsabile e oggi gridano alla scandalo" [...] "Altro che secessionismo pericoloso, in quelle posizioni del Pd speriamo non si nasconda una volontà subalterna all'attuale Governo nazionale - conclude Uras - sostenuto in modo occasionale e provvisorio (vogliamo crederci) da una grande coalizione che è una vera anomalia politica".

Arriva la flotta sarda!

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016