Excite

Il Pdl lancia l'ultimatum a Gianfranco Fini

La resa dei conti si sta inesorabilmente avvicinando. Il rapporto tra Berlusconi e Fini è sempre più logoro. Non a caso i capigruppo del Pdl di Camera e Senato, Fabrizio Cicchitto e Maurizio Gasparri, hanno lanciato al numero uno di Futuro e Libertà un vero e proprio ultimatum.

'Il presidente della Camera deve confermare l'appoggio al governo dopo le sue ultime dichiarazioni oppure prendersi la responsabilità di una crisi. – è scritto nella diramata dai due esponenti del fronte berlusconiano – Al punto in cui siamo arrivati, è indispensabile la più assoluta chiarezza da parte di tutti perché ognuno deve assumersi le sue responsabilità davanti alle istituzioni e al popolo italiano'.

Gli strali dei vertici del Pdl sono stati originati dalle esternazioni di Fini, espresse durante la convention dei circoli romani di Futuro e Libertà al teatro Adriano di Roma.

In merito al caso Ruby-Berlusconi, l'ex leader di An aveva dichiarato: 'Se quell'intervento c'è stato, se è vero che è stato detto che quella signorina era parente di un capo di Stato, allora verrebbe dimostrata una disinvoltura, un malcostume, sintomo di uso privato di un incarico pubblico'. Da qui dunque la necessità, a responsabilità acclarata, di un eventuale 'passo indietro del Premier'.

Dal canto suo, Berlusconi ha già fatto sapere indirettamente di non voler cedere. Prova di ciò sono le dichiarazioni rilasciate da Mr B. a Bruno Vespa, che saranno parte integrante del nuovo libro del noto giornalista.

'Non sono mosso da ambizioni politiche. – ha affermato il Cavaliere – A volte gli impegni sono disumani, ancorché sia aiutato nella quotidianità dell'azione di governo da quella straordinaria persona che è Gianni Letta, ma sto qui per senso di responsabilità'.

(foto © LaPresse)

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016