Excite

Il Pdl presenta le liste per Senato e Camera

Forza Italia ha finalmente stabilito nomi e posizioni dei propri candidati alle elezioni di aprile. Poche novità rispetto alle anticipazioni di questi giorni e due dati indicativi: l'esclusione di una quarantina di uscenti e il poco spazio assegnato ai Circoli di Michela Vittoria Brambilla.

I candidati in posizioni "sicure" riconducibili all'imprenditrice di Lecco sono appena cinque, lei compresa. Altri nomi da lei suggeriti, infatti, sarebbero a rischio di non essere eletti. Stessa situazione in merito al posizionamento dei Circoli del Buongoverno di Marcello Dell'Utri. Ambienti vicini alla presidentessa dei Circoli, invece, confermano che ci sono almeno 10 dei suoi in posizioni "certe", più altri cinque di Fi "vicini" ai Club. "Dieci nomi? No, quelli sicuri sono cinque",replicano però fonti parlamentari di Fi, molto bene informate sulla composizione delle liste. Solo oggi, quando saranno rese pubbliche tutte le candidature, si saprà chi ha ragione.

Nessun dubbio invece sul numero dei non ricandidati: 40. Un "dato fisiologico", spiegano a via dell'Umiltà. Alcuni hanno "rinunciato", mentre altri sono stati tagliati fuori per dinamiche legate a un "necessario rinnovamento". Dalla sede di Forza Italia ricordano poi che 40 parlamentari su 202, sono meno del 20%. Una percentuale "inferiore al ricambio che c'è stato nel 2006". Fra i parlamentari esclusi dalle liste ci sono sicuramente i senatori Alfredo Biondi, Lino Jannuzzi e Egidio Sterpa. Fuori anche Antonio Martuscello e Dario Rivolta. Potrebbe invece farcela il senatore di An Nino Strano su cui proprio Fi aveva posto il veto. Stessa situazione per un altro senatore di An, Domenico Gramazio. Per quanto riguarda i "piccoli partiti" confluiti nel Pdl, 25 sono i posti sicuri loro assegnati. Fra questi, 4 per i Liberal Democratici di Lamberto Dini (lui compreso). Confermati tutti i quattro uscenti della Democrazia Cristiana per le Autonomie di Gianfranco Rotondi . Tre i candidati certi di Carlo Giovanardi, più uno considerato "possibile".

Un solo nome in lista, oltre al suo, per Alessandra Mussolini. E solamente Sergio De Gregorio per il Movimento Italiani nel Mondo, più un candidato in posizione "incerta". Due i posti per il movimento dei pensionati.

Confermate le indiscrezioni degli ultimi giorni in merito alle "new entry". Sì a Roberto Speciale e Giuseppe Ciarrapico. Quest'ultimo è alcentro di una veemente polemica in merito alle sue note simpatie nei riguardi del "ventennio". Ciarrapico ha recentemente dichiarato a Repubblica di non aver "mai rinnegato il fascismo". "Il fascismo mi ha dato sofferenze e gioie. Mai rinnegato, mai confuso, mai intorpidita la mente da pensieri sconclusionati e antistorici" - così si esprime l'editore sul quotidiano di Ezio Mauro.

Altri nomi nuovi per il Pdl: Maurizio Scelli, Daniele Toto, Santo Versace, Barbara Contini, Diana De Feo, Giuliano Cazzola; Renato Farina, Giancarlo Mazzucca, Fiamma Nirenstein, Lella Golfo, Manuela Di Centa, Ettore Riello, Giovanni Mottola. Confermato anche il capo ufficio stampa di Fi, Luca D'Alessandro e l'ex capo della segreteria del ministro Giulio Tremonti, Marco Milanesi.

Confermata anche la presenza, sempre in posizione "sicura", della fisioterapista di Silvio Berlusconi, Licia Ronzulli, della giornalista del Tg4 Gabriella Giammanco. Non è invece nelle liste la conduttrice Tv Elisa Alloro.

"Liste forti, competitive, con una grande rappresentatività territoriale. Siamo riusciti a trovare la giusta sintesi tra la riconferma degli uscenti e l'ingresso di persone nuove e fortemente collegate con la società civile". Lo affermano il coordinatore regionale pugliese di Forza Italia, Raffaele Fitto, e il segretario regionale di Alleanza Nazionale, Adriana Poli Bortone, dopo aver depositato le liste pugliesi del Pdl per le eleazioni politiche. "Siamo certi - aggiungono in una dichiarazione congiunta - che queste liste ci consentiranno di ottenere un grande risultato in Puglia e, certamente, il premio di maggioranza al Senato".

Ultime segnalazioni ad opera del coordinatore romano di FI Francesco Giro "Nel Lazio per il Senato abbiamo come capo lista Marcello Pera. A seguire, Maurizio Gasparri. Per Lazio 1 alla Camera, dopo Silvio Berlusconi e Gianfranco Fini, abbiamo Gianni Alemanno e Fabrizio Cicchitto. Per Lazio 2 alla Camera, dopo Berlusconi e Fini abbiamo Rocco Crimi e Giorgia Meloni". Oltre a Giro, era presente anche il senatore Mauro Cutrufo. "È stato valorizzato il lavoro che è stato svolto con coraggio e competenza - ha detto Giro - parlando delle liste del Pdl - con nomi di persone che conoscono bene il territorio. Ci sono molti parlamentari uscenti ed esponenti di partito che parteciperanno alla tornata elettorale. Abbiamo anche Eugenia Roccella portavoce del family day".

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016