Excite

Immigrati, governo sconfitto tre volte con i voti di Fli

Lo scisma annunciato da Fini si sta pian piano realizzando. Futuro e Libertà sta diventando un vera opposizione in seno alla maggioranza stessa. Ieri il governo ha patito una triplice sconfitta alla Camera sullo scottante tema dell'immigrazione, propiziata dai voti di Fli, che per l'occasione si è unita al Pd, all'Udc e all'Idv.

Prima è stato approvato l'emendamento presentato da Matteo Mecacci, radicale del Pd, alla mozione sul trattato di amicizia Italia-Libia. L'emendamento è passato con 274 voti a favore e 261 voti contrari, e comporta che i respingimenti vengano posti in essere in ossequio agli accordi internazionali e ai principi umanitari.

La seconda defaillance del Governo si è concretizzata su una mozione presentata dall'Udc, ancora una volta inerente ai rapporti tra Italia e Libia. Il testo è passato con 281 sì, 269 no e un astenuto. La terza sconfitta sul trattato Italia-Libia è arrivata con l'approvazione della mozione presentata da Fli, a cui il governo aveva dato parere avverso.

L'esito delle votazioni la dice lunga sul ruolo che d'ora in avanti giocherà lo schieramente finiano. 'Dobbiamo far capire a Berlusconi che senza i voti di Fini non va da nessuna parte'. Questa esternazione di Bocchino è esemplificativa del crescente peso politico di Fli.

Peso che a quanto pare fa gola a molti. Dopo le votazioni Dario Franceschini del Pd si è lasciato andare ad un 'prove tecniche...', alludendo alle prime scosse che potrebbero precedere l'implosione dell'esecutivo. Più esplicito invece Antonio Di Pietro, che vorrebbe avvallersi del supporto di Fini e co. per realizzare la mozione di sfiducia con cui dare il benservito a Berlusconi.

(foto © LaPresse)

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016