Excite

Immigrazione: nuove accuse dalla Spagna

Nuove critiche dalla Spagna: "L'Italia "si concentra di piu' sulla discriminazione del diverso che sulla gestione del fenomeno" immigrazione. Ad attaccare l'Italia sulla gestione dell'immigrazione iniziata venerdì scorso, dopo le dichiarazioni del vicepremier spagnolo Maria Teresa de la Vega che aveva scatenato una mini-crisi tra i due paesi, questa volta ci pensa il ministro del Lavoro e dell'Immigrazione Celestino Corbacho che alimenta nuovamente le polemiche tra Italia e Spagna.

Il ministro ha accusato Roma di voler "criminalizzare" il fenomeno immigrazione anziché "gestirlo". E'necessario secondo Corbacho "rispettare i diritti umani" quando si lotta contro l'immigrazione clandestina. "Un immigrato illegale ha un solo destino, il ritorno nel suo Paese, ma per ottenere questo bisogna soddisfare tutte le condizioni di rispetto dei diritti umani", ha dichiarato durante una riunione pubblica a Estremadura, secondo il sito di El Mundo.

Dura la reazione del ministro degli Esteri Franco Frattini che parla di dichiarazioni "imprudenti ed estemporanee". "Confido - aggiunge il ministro - che il primo ministro spagnolo voglia in qualche modo spiegare, indicare, ordinare, trovate voi la parola, ai suoi ministri di evitare queste dichiarazioni che sono inutilmente polemiche e sono contro l’indirizzo del governo spagnolo".

Questa mattina il segretario di Stato spagnolo degli Affari europei, Diego Lopez Garrido, assicura che non c'è' alcuno scontro tra Italia e Spagna in tema di politiche per l'immigrazione. "Non c'e' alcuno scontro tra Italia e Spagna", ha detto intervistato al GR1. "La posizione del governo spagnolo sull'immigrazione e' la stessa del governo italiano, una posizione di legalità".

La polemica però è destinata a non chiudersi dopo l'intervista di un altro ministro spagnolo, Bibiana Aido, che ha detto: "Pagherei di persona uno psichiatra per Berlusconi, ma servirebbero molte sedute".

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016