Excite

In Parlamento il primo deputato di colore: Jean Leonard Touadì

Jean Leonard Touadì, ex assessore alla Sicurezza e alle Politiche giovanili del Comune di Roma, sarà il primo parlamentare di colore ad entrare in Parlamento. Nato in Congo-Brazzaville nel 1959 è stato eletto alla Camera nel collegio Lazio 1 con l'Italia dei Valori. "Sono onorato - ha detto Touadì - di poter assumere questo impegno per il Paese in cui ho passato la maggior parte della mia vita, e in cui sono nati e stanno crescendo i miei figli''.

Nel ringraziare i suoi elettori il neo-deputato dell'Idv ha poi affermato: "Vorrei poter restituire all'Italia ciò che mi ha dato in termini di accoglienza. Porto con me in Parlamento il valore di un incontro tra culture e l'attenzione ai temi della legalità, della cooperazione, dei giovani. Oltre che, naturalmente, un pezzetto di Africa". Temi fondamentali per l'ex assessore della giunta Veltroni proprio la legalità e l'integrazione. "Una società che offre integrazione e diritti - ha sottolineato Touadì - sviluppa automaticamente la legalità e può garantire la sicurezza. L'impegno che dobbiamo assumerci, come opposizione, è quello di assicurare l'estensione e l'applicazione di questi diritti e togliere così spazio agli istinti xenofobi. Un'Italia che non ha paura dei colori è un'Italia più ricca''.

Jean Leonard Touadì è arrivato in Italia nel 1979. Nel nostro Paese si è laureato in Filosofia all'università "La Sapienza" di Roma e in Giornalismo e Scienze politiche alla Luiss di Roma. Giornalista, docente universitario e autore televisivo ha lavorato per il programma di RaiDue "Un mondo a colori". Nel 2006 Walter Veltroni lo ha nominato assessore alle Politiche Giovanili, Rapporti con le Università e Sicurezza del Comune di Roma. Dal 2006 al 2007, inoltre, è stato Vicepresidente del Forum Europeo sulla Sicurezza Urbana. Touadì è sposato con Cristina, 35enne romana e giornalista, e ha due figlie Sophie Claire, 3 anni, e Sandrine, 9 mesi.

"Vado a legiferare - ha infine sottolineato Touadì - sui temi della legalità e della sicurezza avendo in mente un territorio come Roma, che per me ha rappresentato una grande palestra operativa e mi è stata utile a conoscere norme e leggi. E anche i loro limiti, perché alcune non corrispondono più alla realtà, come quelle in materia di abusivismo commerciale e prostituzione". Un'ultima battuta sul risultato ottenuto da Veltroni nelle elezioni politiche: "Walter non se lo meritava".

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016