Excite

Hosni Mubarak, ancora un infarto dopo l'arresto

L'ex presidente egiziano Hosni Mubarak trascorrerà il regime di custodia cautelare in ospedale. E' qui che Mubarak passerà i prossimi 15 giorni dopo essere stato arrestato, così come i figli, nell'ambito dell'inchiesta sulla repressione delle proteste di massa dello scorso gennaio e febbraio a Il Cairo (leggi la notizia).

Alcune immagini della rivolta civile scoppiata in Egitto

E proprio durante l'interrogatorio, ad al-Tor capoluogo del governatorato del Sinai del Sud, l'ex presidente egiziano ha accusato un attacco cardiaco in seguito al quale è stato ricoverato in terapia intensiva a Sharm. Nel corso della giornata di ieri Mubarak ha accusato una nuova crisi cardiaca che, pare, abbia portato al peggioramento delle sue condizioni.

Nel frattempo i suoi due figli, Alaa e Gamal, si trovano nel penitenziario di Tora, a Il Cairo. Qui potrebbero trascorrere l'intera durata della detenzione. Secondo quanto riferito da fonti della sicurezza, ieri anche l'ex first lady Suzanne Mubarak è stata interrogata a proposito delle accuse di malversazione dei fondi della biblioteca di Alessandria.

Sembra che sulla famiglia Mubarak piovano molteplici e pesanti accuse. Corruzione, peculato, malversazione ed esportazione illegale di valuta. L'ex presidente egiziano le ha respinte tutte e nel suo primo intervento pubblico, dopo la caduta dello scorso 11 febbraio, si è dichiarato disposto a favorire qualunque iniziativa venga adottata per portare alla luce eventuali conti bancari o sue proprietà all'estero (leggi la notizia).

 (foto © LaPresse)

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016