Excite

Intercettazioni, la Commissione Giustizia del Senato dice sì al ddl

La Commissione Giustizia del Senato ha dato il via libera al disegno di legge del governo sulle intercettazioni. Adesso il discusso provvedimento passa all'aula di Palazzo Madama.

Il testo è passato tra le proteste dell'opposizione che ha annunciato battaglia. Dopo aver esaminato gli emendamenti presentati in gran parte dall'opposizione di centrosinistra, la Commissione giustizia del Senato ha approvato il ddl. La seduta è durata sei ore ed è terminata alle tre di questa notte. Il testo, tuttavia, subirà delle modifiche durante la votazione in aula a Palazzo Madama. Ad affermarlo il ministro della Giustizia Angelino Alfano e il capogruppo del Pdl Maurizio Gasparri.

Il ddl limita l'uso delle intercettazioni come strumento di indagine e proibisce la loro pubblicazione sui media. I punti più controversi del disegno di legge riguardano il bilanciamento tra il diritto alla riservatezza e il diritto di cronaca. Il testo approvato dalla Commissione prevede che i media non possano più pubblicare non solo le intercettazioni ordinate e raccolte dai pm che conducono le inchieste, ma neppure il contenuto degli altri atti, con l'eccezione delle richieste e delle ordinanze di custodia cautelare, fino al termine delle indagini preliminari.

Opposizione, giornalisti, editori e movimenti della società civile, sono contrari al testo e credono poco alla maggioranza e al ministro Alfano che si sono detti disposti a nuove modifice. A Sky Tg24 la presidente del Pd Anna Finocchiaro ha detto: 'Staremo a vedere, ma finora ogni modifica ha peggiorato e non migliorato il testo'.

Tra gli emendamenti approvati questa notte dalla Commissione c'è quello sulle intercettazioni riguardanti i parlamentari: se intercettando un'utenza si ascolta la conversazione con un parlamentare, per continuare ad intercettare sarà necessario chiedere l'autorizzazione alla Camera di appartenenza.

Foto: panorama.it

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016