Excite

Interrogatorio Belsito: "Informavo Bossi su spese significative"

  • Infophoto

Pian piano i nodi vengono al pettine. Certo, nel caso di Francesco Belsito, non può trattarsi di capelli, bensì di "spese significative" effettuate dai familiari di Bossi con i soldi del partito. Per queste uscite, ha dichiarato l'ex tesoriere durante l'interrogatorio di lunedì, il Senatur veniva sempre informato direttamente.

Una dichiarazione bomba che, se vera, cozza con le scuse e le lacrime di Bossi delle scorse settimane. Davanti al procuratore aggiunto Alfredo Robledo e ai pm Roberto Pellicano e Paolo Filippini, l'ex autista della Lega ha spiegato in sostanza che i vertici del partito erano a conoscenza della sua volontà di "diversificare" gli investimenti (coi fondi della Lega, tra le altre cose, Belsito avrebbe movimentato denaro verso Tanzania e Cipro), ma che poi lui si muoveva autonomamente per quanto riguarda le singole operazioni, godendo di "fiducia".

Per quanto riguarda, invece, le spese personali della famiglia Bossi, l'ex amministratore si sarebbe mosso diversamente, avvertendo il leader quando gli importi da pagare erano significativi. Non sarebbe però entrato nel dettaglio delle singole spese. Intanto, stando a quanto è filtrato, pare ci sia una forte "saldatura" tra le due inchieste: quella lombarda sulle distrazioni dei fondi del Carroccio e quella calabrese sul riciclaggio anche di soldi della 'ndrangheta della cosca De Stefano.

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016