Excite

Isis conquista Sirte, Gentiloni: "Italia pronta a combattere"

  • Getty Images

Il Ministro degli Esteri Paolo Gentiloni ha espresso la propria preoccupazione dopo la caduta nelle mani dell'Isis di Sirte, tra le più importanti città della Libia. "L'Italia sostiene la politica dell'Onu, tesa ad una mediazione" ha dichiarato il titolare della Farnesina nel corso di un'intervista rilasciata a Sky Tg24, "ma è anche vero che, nel momento in cui questo tentativo fallisse, dovremo essere pronti ad un'azione di tipo differente".

"L'Isis è giunta a pochi chilometri dalle nostre coste. Non possiamo accettare che, a una manciata di ore di navigazione, dall'Italia ci sia una minaccia terroristica di questa portata".

"Siamo pronti a combattere all'interno di un quadro di legalità internazionale", ha dichiarato ancora Gentiloni "Se prima la minaccia era circoscritta ad alcune zone costiere intorno alla città di Derna e aree del sud del paese, ora la conquista di Sirte camba le carte in tavola".

Con l'ingresso nella città di Sirte, l'esercito dello Stato islamico ha occupato anche diverse sedi di media locali. Tra queste quella di Libya, la catena televisiva ufficiale del governo libico, e di due radio, "Radio Syrte" e "Mekmedas", quest'ultima nota in città per trasmettere vecchi canti libici.

Ora radio e tv finite nelle mani dell'Isis trasmettono inni jihadisti e le parole del portavoce dello Stato islamico, Abu Muhammad al Adnani. Fonti libiche citate da Sky Tg24 hanno inoltre riferito che l'Isis ha dato l'ultimatum Fajr Libya: "Lasciate Sirte entro domenica".

Intanto, l'Ambasciata italiana a Tripoli ha invitato i connazionali a lasciare temporaneamente il paese. Gentiloni ha anche parlato delle minacce dell'Isis all'Italia: "Hanno dichiarato di voler issare la loro bandiera su San Pietro. Sono deliri che però non possiamo sottovalutare".

L'Isis ha rivendicato l'uccisione di 21 cristiani copti della provincia di Tripoli. In rete sono finite alcune immagini che vedono cinque prigionieri, vestiti in tuta arancione, ciascuno dei quali ha alle spalle un uomo dell'esercito jihadista armato di coltello.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017