Excite

Italo Bocchino ricattato da Roberto D'Agostino?

Il vicepresidente di Fli Italo Bocchino ha raccontato di aver subito un tentativo di ricatto sulla sua vita privata e ha lanciato accuse contro Roberto D'Agostino, creatore del sito internet Dagospia.

Bocchino è stato convocato come testimone qualche settimana fa nell'ambito dell'indagine che ruota attorno a Luigi Bisignani, giornalista e uomo d'affari risultato in passato iscritto alla loggia P2. Secondo i pubblici ministeri Francesco Curcio ed Henry John Woodcock, Bisignani avrebbe gestito un sistema di relazioni e contatti in grado di condizionare la vita pubblica. E ora il vicepresidente di Fli, fedelissimo del presidente della Camera Gianfranco Fini, ha raccontato: 'I magistrati mi hanno fatto ascoltare la registrazione di una telefonata tra D'Agostino e Bisignani. Il primo diceva che me l'avrebbe fatta pagare per quanto avevo detto in televisione'. Ossia durante la puntata dello scorso 23 settembre di 'Annozero', nel corso della quale si è parlato della vicenda della casa di Montecarlo.

Durante la puntata di 'Annozero', Italo Bocchino, commentando le lettere pubblicate da alcune testate sudamericane secondo le quali l'appartamento di Montecarlo era del cognato di Fini, aveva detto: 'Questo dossier è una patacca confezionata dal direttore de l'Avanti Walter Lavitola che ha girato con Berlusconi per il Sudamerica, in quel viaggio finito sulla stampa brasiliana per un festino. Nel documento c'è stato il lavorio diretto dell'entourage del presidente del Consiglio e poi in Italia è stato veicolato da Dagospia. Bisognerebbe fare una puntata per sapere chi c'è dietro Dagospia'.

Accuse chiare ed esplicite mosse allora e rinnovate oggi. Accuse smentite con forza da Roberto D'Agostino che ha affermato: 'Follia pura. Sono pronto a denunciare per calunnia chiunque avanzi anche il minimo dubbio sulla mia professionalità'.

Ma Bocchino sembra certo di quel che dice. Il vicepresidente di Fli, infatti, ha raccontato che dopo quel suo intervento ad 'Annozero' sarebbe stata messa in moto la cosiddetta 'macchina del fango' contro di lui. Come si legge su Il Corrire della Sera, Bocchino ha raccontato: 'Nella telefonata intercettata D'Agostino parla a Bisignani di alcune mie foto in compagnia di Mara Carfagna e dice che il giorno dopo avrebbe chiamato mia moglie. La cosa è puntualmente avvenuta. Ha telefonato a Gabriella e le ha detto che avrebbe pubblicato le immagini che mi ritraevano mentre ero all'hotel Vesuvio di Napoli in compagnia della Carfagna, entrambi in accappatoio. Era una calunnia, ma naturalmente ciò ha avuto conseguenze sulla nostra tranquillità e per questo ho raccontato tutto ai magistrati. Gabriella è pronta a confermare, soprattutto dopo i danni che ha subito anche nel suo lavoro di produttrice televisiva. Da quando io ho seguito Fini fuori dal Pdl le sono stati annullati tutti i contratti in Rai'.

Le parole di Bocchino non sono piacciute al creatore di Dagospia che ha minacciato azioni legali. Fornendo la sua versione dei fatti D'Agostino ha raccontato: 'Dopo averlo sentito ad 'Annozero' mi sono imbufalito e ho chiamato Gabriella, visto che siamo amici da trent'anni. Le ho chiesto perché il marito mi attaccava, ero molto più che arrabbiato. Ma di foto davvero non ho parlato, anche perché se le avessi avute le avrei immediatamente pubblicate. Io faccio il giornalista e le notizie le chiedo anche al diavolo. Le chiedo a Bisignani e a decine di persone che come lui hanno informazioni'.

Il creatore di Dagospia ha poi aggiunto: 'Con la famiglia Bocchino ho trascorso vacanze e serate e immagino che lui sia rimasto male per le notizie che ho pubblicato su Fini, ma questo non c'entra proprio niente. Lui ora mi sta calunniando. Mi sembra che il suo vero problema riguardi la crisi familiare, ma questo non dipende certamente da me. Leggerò quanto ha dichiarato e poi reagirò nelle sedi giuste. Forse però bisognerebbe sentire anche la versione di Gabriella. Non credo che potrà confermare quanto millanta suo marito. In ogni caso gli voglio ribadire che dietro Dagospia c'è solo D'Agostino'.

A quanto pare, dunque, in queste ore Bocchino e D'Agostino si stanno lanciando accuse a vicenda. I pubblici ministeri hanno già sentito il ministro delle Pari opportunità Mara Carfagna e, alla luce di questi nuovi fatti, è probabile che decidano di effettuare nuovi interrogatori.

politica.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016